Quantcast

Il CAV di Como e FederVitaLombardia piangono Don Roberto Malgesini: “Ci mancherai”

Daniela Matarazzo, presidente del Centro Aiuto alla Vita di Como, saluta il sacerdote degli ultimi ucciso nei giorni scorsi da una delle persone che stava aiutando. Lo fa con una appassionata lettera, da persona che lo conosceva

don roberto malgesini

Da ieri mattina su Como è calata una strana atmosfera: di incredulità, di sgomento, di disorientamento. Un sacerdote viene ucciso, lo sappiamo, non è il primo, neanche riuscire a portarlo in ospedale, era già morto, ucciso da una di quelle mani a cui lui aveva teso la sua più volte.

Tra ieri e oggi sono state spese tante, forse troppe parole perché, si sa, ci si accorge spesso della mancanza di una persona, di quello che fa solo quando questa non c’è più; se poi se ne va in modo così cruento, i pensieri che vengono espressi sono moltiplicati all’ennesima potenza, qualcuno anche inutile, fuori luogo o di circostanza.

Conoscevo bene don Roberto: oltre che ad essere un sacerdote della parrocchia di San Rocco accorpata alla mia dedicata a San Bartolomeo, ci si siamo sentiti diverse volte come CAV-Centro di Aiuto alla Vita per condividere situazioni di fragilità e riguardanti donne (di cui lui si occupava meno perché la presenza straniera maschile è in netta maggioranza).

Ci incontravamo spesso lungo la via Milano, è stato anche vicino a mio papà nei pochi giorni precedenti la sua “partenza” perché vicino di letto in ospedale di un ragazzo problematico ricoverato e completamente solo e del quale lui solo si era fatto carico. Alla città mancherà non perché personaggio di spicco, non perché si faceva volentieri
fotografare e mettere in prima pagina, non perché quello che faceva veniva considerato importante, ma perché ora mancherà quello che faceva, con una delicatezza, riservatezza e quasi sottovoce (così era il suo tono quando ti parlava) che quasi commuoveva e che ti infondeva tanta serenità.

Ciao don! Guardaci da lassù e sostieni tutti coloro che si danno per gli altri, senza cercare notorietà, senza secondi fini, ma solo perché il donarsi agli altri è l’obiettivo principale che muove il tuo motore interno, il cuore…

*Daniela Matarazzo – Presidente del CAV-Centro di Aiuto alla Vita di Como

di orlando.mastrillo@varesenews.it
Pubblicato il 18 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore