Dal prezioso organo Prestinari le note dell’Ottocento

Appuntamento lonatese nella 40° edizione della stagione concertistica Antichi Organi Patrimonio d’Europa. Alessio Corti suonerà lo strumento del 1833 della chiesa di Sant'Ambrogio

Lonate Pozzolo generica

Sabato 10 ottobre 2020 dalle ore 21.00 nella chiesa parrocchiale di S. Ambrogio a Lonate Pozzolo è in programma il concerto con l’organista Alessio Corti, che suonerà l’organo Antonio e Gaetano Prestinari del 1833.

L’evento è previsto nell’ambito della 40° edizione della stagione concertistica Antichi Organi Patrimonio d’Europa organizzata sotto la direzione artistica del suo ideatore il dott. Mario Manzin, organologo e presidente per oltre un cinquantennio della Commissione per la tutela degli organi artistici della Lombardia, e del maestro Irene De Ruvo, musicista e musicologa, presidente dell’associazione Antiqua Modicia, che da un decennio lo affianca nell’organizzazione e nella promozione.

Gli artisti chiamati a partecipare alla stagione sono tutti musicisti professionisti, molti di area varesina, con alle spalle una lunga e importante carriera concertistica, insegnanti nei Conservatori di musica e nelle più importati istituzioni per l’alta formazione musicale.

I programmi proposti abbracciano l’ampio repertorio della musica per organo storico con particolare riferimento alla letteratura di metà Ottocento, periodo al quale appartiene la maggior parte degli strumenti coinvolti nella stagione, frutto della maestria delle diverse case organare del territorio varesino (Carnisi, Mascioni, Biroldi, Carrera, Prestinari, Bernasconi, Arioli e Franzetti, Chiesa, Aletti, Vedani).

Lo strumento presente in Sant’Ambrogio di Lonate Pozzolo risale al 1833, costruito dalla celebre famiglia Prestinari, molto attiva in tutta l’area Milanese, dalla Brianza all’Ovest Ticino. Lo strumento è stato restaurato da Mascioni quattro anni fa.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.