Ambulanze in coda al pronto soccorso di Gallarate. Molte le richieste di ricovero ma mancano i posti

Una decina i mezzi di soccorso in coda a metà giornata. Attese anche di 4 ore. Grande la pressione sugli operatori del PS che stanno assistendo pazienti che necessitano di un posto letto

ambulanze in coda

Crescono le criticità nel sistema ospedaliero. Dopo Tradate ieri, oggi è toccato al Sant’Antonio di Gallarate.

Il Pronto soccorso del Sant’Antonio è sotto pressione da questa mattina. Una decina le ambulanze in attesa di consegnare pazienti al personale sanitario.

Dentro al PS, oltre una trentina le persone che hanno bisogno di assistenza. Una richiesta che ha saturato i posti disponibili. Ventitré, a metà giornata, i pazienti da ricoverare.
La domanda elevata di posti letto per ricoveri non è in linea con le nuove dimissioni. In questo modo l’azienda deve trovare velocemente soluzioni alternative.
Le attese delle ambulanze fuori dal PS gallaratese  raggiungono le 4 ore.

di
Pubblicato il 06 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Felice

    E Fontana in tutto questo si chiede ancora il perchè della assegnazione di criticità Rossa alla Lombardia.
    Dopo tutta questa vicenda Covid servirà fare una indagine seria con accuse precise verso la gestione sanitaria da parte del centro-destra leghista in questa sciagurata regione. A partire dall’era Formigoni fino alla attuale amministrazione. La eccellenza non può essere sono al San Raffaele con Briatore e Berlusconi ricoverati speciali e ben paganti e con un primario che prima dice che il Covid è clinicamente morto e poi si corregge dicendo che è tornato a mordere. La vergogna e la umiltà non vi appartiene tranne quando dovete a fine mese intascare il vostro lauto compenso.

  2. Scritto da diadora

    @felice, sei serio???

  3. Claudio Cirino
    Scritto da Claudio Cirino

    Ma Fontana cosa aspetta a dimettersi che glielo comandi Caianiello.

  4. Claudio Cirino
    Scritto da Claudio Cirino

    Fontana vai a casa hai già 5 milioni sul conto in svizzera puoi vivere bene comunque. Al limite puoi costruire sul terreno reso edificabile a varese di tua figlia. Buona serata goditela

  5. Laudati Fabris Vito Carla
    Scritto da Laudati Fabris Vito Carla

    La Sanità Lombarda se la sono mangiata e adesso paghiamo le conseguenze.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.