Test rapidi per 500 persone a Cocquio, nuovo focolaio alla Sacra famiglia

In tutto sono 91 i positivi in paese, e il sindaco punta ad isolare gli asintomatici. Sabato attivate due postazioni col metodo “drive in“

Generica 2020

A Cocquio Trevisago l’amministrazione continua la battaglia contro il virus che sta nuovamente colpendo i soggetti deboli: Danilo Centrella in un video messaggio nella serata di ieri ha tirato le somme della situazione in paese che vede 91 residenti positivi con un focolaio all’interno dell’istituto Sacra Famiglia, una residenza per disabili dove 12 sono gli ospiti infetti.

In tutto 33 le persone in isolamento fiduciario presso la propria abitazione poiché hanno avuto contatti count positivo.

Di fronte a questa situazione sempre l’amministrazione comunale insiste sulla necessità di isolare i positivi asintomatici, come lo stesso Centrella ha ricordato nel suo messaggio.

Per questo sabato 28 novembre i cittadini residenti a Cocquio Trevisago avranno nuovamente la possibilità di sottoporsi ad un test rapido antigene naso-faringeo per ricercare una eventuale positività al virus Covid-19: si tratta del terzo appuntamento in meno di due mesi, organizzato anche questa volta dall’Associazione Amici di Cocquio e patrocinata dal Comune. Grazie a questo tipo di iniziativa, sono ormai circa mille i cittadini che si sono sottoposti al test, e questo numero è destinato ad aumentare grazie al nuovo appuntamento di sabato.

In questa occasione c’è una novità: i test verranno effettuati in modalità “drive-in”, ossia recandosi in automobile presso la località indicata e sottoponendosi al test senza scendere dall’auto; saranno medici e infermieri infatti ad avvicinarsi al finestrino e a effettuare il test, che fornisce il risultato dopo soli 15 minuti.

Questa modalità non solo riduce sensibilmente qualsiasi contatto con altre persone, garantendo così ancor più sicurezza, ma anche, grazie al prezioso supporto dei volontari dell’Associazione e della Polizia Locale, una maggior velocità nell’espletamento di tutte le procedure legate al test.

Un’altra importante novità è che i punti Drive in saranno in due diverse frazioni: a S. Andrea e a Caldana, per ridurre il più possibile lo spostamento dei cittadini dalla propria abitazione.

Il test, che costa 10 euro, viene eseguito su base volontaria: occorre infatti prenotarsi ai numeri 351 5516415 o 340 3160723; in caso di positività il cittadino verrà segnalato al medico di base che attuerà la procedura di invio ad ATS per l’effettuazione del tampone molecolare.

La sinergia tra l’Associazione Amici di Cocquio, Amministrazione Comunale e Polizia Locale, unitamente all’impegno dei medici e infermieri volontari, si sta dimostrando un’arma vincente per affrontare un periodo critico come quello che ormai da molti mesi stiamo vivendo; ora più che mai serve restare uniti, con la speranza che tutto questo presto sia solo un lontano ricordo.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 27 Novembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.