Nervi tesi tra Como e Livorno: dopo la gara morsi, squalifiche e scuse

Al termine della gara di campionato c’è stato un parapiglia nel quale il preparatore dei portieri livornese ha morso sulla guancia il capitano dei lariani

como stadio sinigaglia

Mercoledì 23 dicembre, ultima giornata del 2020 per il Girone A di Serie C – quello della Pro Patria -, allo stadio “Sinigaglia” il Como ha appena vinto 1-0 sul Livorno.

Una gara tesa con un finale con i nervi “a fior di pelle”. I lariani si mettono in tasca tre punti pesanti per proseguire il percorso nei piani alti della classifica, i toscani invece incassano un’altra sconfitta di un campionato condizionato dalle vicissitudini societarie.

Gli animi si scaldano, c’è un parapiglia, l’allenatore dei portieri del Livorno Nicola Barasso, preso da un impeto d’ira, dà un morso in faccia al capitano del Como Luca Crescenzi.

Il membro dello staff amaranto viene squalificato per quattro giornate e multato di 500 Euro, «perché, al termine della gara, mordeva la guancia di un giocatore della squadra avversaria», si legge sul comunicato del Giudice Sportivo.

Un gesto dettato dall’agitazione del momento, come ha modo di spiegare lo stesso Barasso con un post sui social, scusandosi per l’accaduto con il capitano comasco Luca Crescenzi.

 

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da #NB1 (@nicolabarasso)

Il Livorno sarà la prossima avversaria della Pro Patria il 10 gennaio. Appuntamento allo stadio “Armando Picchi” per la prima del 2021, sperando che il nuovo anno sia più tranquillo e augurando alla squadra livornese di trovare una soluzione alla crisi societaria.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 29 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.