Primi vaccini alla Rsa La Provvidenza, si inizia dal presidente Gobbi

Entro domenica tutti i dipendenti e tutti gli ospiti (600 in tutto) avranno ricevuto la prima dose ed entro fine febbraio verrà somministrata la seconda dose. Soddisfazione del direttore Trama: "Ora vediamo la luce"

vaccinazione anti covid busto arsizio la provvidenza

Ci vorrà quasi un mese e mezzo per ottenere il massimo dell’immunizzazione da covid per i dipendenti e per gli ospiti della Rsa La Provvidenza di Busto Arsizio, circa 600 persone in tutto. Questa mattina, venerdì, è iniziata la somministrazione delle prime 24 dosi arrivate dall’asst Valle Olona e il primo a vaccinarsi è stato il presidente dell’istituto Ambrogio Gobbi, 90 anni: «In questi mesi la mia presenza è stata richiesta ed è giusto che sia io il primo a ricevere la dose di vaccino, un sollievo per me e per tutti coloro che mi stanno vicino» – ha commentato il presidente che è anche medico.

Galleria fotografica

Vaccinazione anti covid alla Provvidenza di Busto Arsizio 4 di 6

Marino Dell’Acqua, direttore sanitario Asst Valle Olona: «Abbiamo iniziato dalla Provvidenza per i noti legami che ci sono tra l’Asst Valle Olona e questa struttura. La più grande del territorio, iniziando con loro ci portiamo avanti non poco. La regione ha individuato degli hub dotati di frigoriferi che riescono a supportare i -80 gradi. La farmacia di Gallarate fornirà tutte le dosi alle varie strutture presenti sul territorio. Le dosi vengono prelevate dal frigo e trasferite mantenendo sotto controllo la catena del freddo. La temperatura deve essere tenuta tra 2 e 8 gradi e la struttura che somministra ha un frigorifero con le caratteristiche adatte. Saranno lo stesso personale della casa di riposo a somministrarlo».

Luca Trama, direttore della casa di riposo, ha spiegato che dopo le prime 24 dosi ne arriveranno altre 600 che entro la fine di settimana prossima verranno somministrate a tutti i dipendenti e a tutti gli ospiti. Dopo 21 giorni verrà somministrata la seconda dose ed entro 28 si potrà considerare totalmente coperta l’intera struttura: «Il 100% del nostro personale ha aderito alla campagna vaccinale. È un vero sospiro di sollievo per tutti noi. Abbiamo appena inaugurato la stanza degli abbracci ma speriamo di poter aprire le porte ai parenti il prima possibile».

Nell’ambito territoriale la campagna è iniziata il 4 gennaio e Marino Dell’Acqua prevede di arrivare a 500 vaccinazioni al giorno per il personale dipendente dell’ospedale: «Sabato verranno vaccinati i medici di medicina generale e i pediatri di Gallarate. Quello successivo tutti i medici di Busto Arsizio e il 23 tutti i medici del territorio di Saronno. A quel punto sarà concluso il primo ciclo di somministrazione. Entro febbraio ci sarà la chiusura di questa prima fase con la seconda dose. Rimane in campo l’ipotesi di iniziare la seconda fase con gli insegnanti delle scuole. Oltre al personale dipendente dell’ospedale andrà vaccinato anche tutto il personale esterno, le croci, i volontari, gli studenti delle facoltà di medicina e infermieristica. Entro fine febbraio nell’ambito della Valle Olona saranno vaccinate almeno 15 mila persone».

Orlando Mastrillo
orlando.mastrillo@varesenews.it

Un cittadino bene informato vive meglio nella propria comunità. La buona informazione ha un valore. Se pensi che VareseNews faccia una buona informazione, sostienici!

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 08 Gennaio 2021
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Vaccinazione anti covid alla Provvidenza di Busto Arsizio 4 di 6

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.