Ricerca

» Invia una lettera

All’orso, all’orso!

L'orso dei Grigioni (inserita in galleria)
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

3 luglio 2020

Caro direttore

RAI 1, “La vita in diretta estate”. L’inviata in Trentino ci propina un servizio sull’orso e intervista una coppia che ha visto con stupore un’esemplare nel bosco. Ma dove pensavano di vederlo, in metropolitana?
Poi cita il fatto che padre e figlio pochi giorni fa si sono scontrati con un orso e hanno subito danni.
Ma cosa dovevano fare, la constatazione amichevole?
Questo sulla RAI, servizio pubblico che io, il Giova e voi lettori paghiamo… (foto di repertorio)

Dunque noi ominidi massacriamo gli animali, ne devastiamo il territorio, ne alleviamo qualcuno e lo rimettiamo in libertà condizionata con qualche aggeggio elettronico per vedere che effetto che fa.
Poi quando il selvatico torna a fare il selvatico, non potendo votare o mettere like a chi interessa, decidiamo che è meglio abbatterlo.

Io giro per boschi da mezzo secolo ed ho incontrato selvatici di tutte le specie ma non ho mai avuto problemi.
Questo per il rispetto reciproco e per non aver mai rotto le scatore a chi vive nel suo territorio, consapevole di essere un’ospite e non un predatore.

Franco Balic

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Betti Brancopirla

    Buongiorno,
    sono pienamente d’accordo con Lei, non so a quale episodio si riferisse l’inviata in Trentino, ma se fosse quello che ha fatto il giro dei Social, direi che il figlio e il padre che riprendeva si sono comportati egregiamente e che l’orso non sentendosi in nessun modo minacciato ha proseguito tranquillo per la sua strada….. Se le persone che dicono ” d’amare” la natura e poi non sono consapevoli degli incontri che possono fare e come comportarsi è meglio se passeggiano per Corso Matteotti o per le vie dei paesi ….