Ricerca

» Invia una lettera

Autolinee Varesine: “Anche le macchine possono sbagliare”

autobus autolinee varesine
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

16 novembre 2017

Come Autolinee Varesine ci scusiamo per il disagio occorso alla signora Elena con le nostre emettitrici a bordo mezzo. Ci teniamo però a precisare che l’utilizzo di queste macchinette, presenti su ogni bus del servizio urbano, è consigliabile essenzialmente in casi di “emergenza”, ovvero quando non si fa in tempo ad acquistare il titolo di viaggio prima di salire a bordo. Del resto, in città di Varese sono presenti oltre settanta rivenditori di biglietti e, tra questi, ci sono due tra i più noti esercizi commerciali del borgo di Sant’Ambrogio (l’elenco completo è disponibile a questo link:  http://www.ctpi.it/servizi-urbani/rivendite-titoli-di-viaggio ).

Le macchinette, in quanto “macchine” e al pari degli uomini, possono sbagliare e dunque generare situazioni indubbiamente spiacevoli come quella vissuta stamattina dalla signora Elena, con la quale ci scusiamo per l’accaduto.

Andare e tornare in bus da Sant’Ambrogio verso il centro costa infatti 1.40 Euro se si sta nei 90 minuti di validità di un singolo biglietto, oppure 2.80 Euro se si sfora questa tempistica e si rende dunque necessario un secondo tagliando: ad ogni varesino, poi, il legittimo giudizio sulle varie soluzioni disponibili per spostarsi all’interno della nostra città.

Per Autolinee Varesine,

Marco Regazzoni

Ufficio stampa e comunicazione

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da poppy

    Gent .Dott. Regazzoni
    la ringrazio per la sua solerte risposta e accetto volentieri le scuse, ma la mia voleva essere una segnalazione nella speranza di un miglioramento del servizio offerto, in quanto l’attuale amministrazione mira ad incentivare l’utilizzo del trasporto pubblico. Sarebbe opportuno che le emettitrici funzionassero sempre e magari dessero anche il resto, in tal caso preferirei il trasporto pubblico all’automobile.
    Elena

  2. PtR
    Scritto da PtR

    La risposta di Regazzoni è puramente aziendale… le macchinette non possono sbagliare essendo meccanica e programmazione: o funzionano bene o sono fatte male… Il problema qui, mai risolto dal gestore del servizio, è che queste macchine mangiano i soldi se non viene emesso il biglietto entro un tot di tempo da quando è inserito il credito. Se la persona aveva molte monetine il credito si annulla prima che abbia finito di inserirlo, specie se si è fermata in mezzo per via delle curve…