Ricerca

» Invia una lettera

Germania uber alles

europa euro
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

31 gennaio 2016

Egregio Direttore

Come italiano non iscritto o simpatizzante di alcun partito politico, di cui li ritengo responsabili dello stato in cui si trova il Paese, mi domando da anni che senso ha questa istituzione o meglio carrozzone chiamata U.E. o cosa ci stiamo guadagnando nel restare in questa Europa, di cui a fior di miliardi siamo il terzo finanziatore, così detta ipocritamente unita.

In sintesi cominciamo dalla moneta e cioè da quel capolavoro di stupidità monetaria chiamato euro, da quando è stato istituito il potere di acquisto degli italiani è crollato grazie al cambio scellerato di conversione con la lira.
La perdita di sovranità sulla moneta con la sua rigidità ha ingessato e penalizzato il nostro manifatturiero a vantaggio delle esportazioni tedesche con conseguente disoccupazione, maggiore povertà e precarietà nel mondo del lavoro.

Il made in Italy è stato subissato da regolamenti e direttive comunitarie che hanno messo in ginocchio i settori lattiero caseari a vantaggio di paesi come la Polonia, la solita Germania e la Francia la quale ha fatto shopping di interi marchi storici italiani del settore.

er non parlare dell’agricoltura italiana messa in crisi da accordi che agevolano paesi extra comunitari grazie ad importazioni massicce di prodotti ortofrutticoli e di olio di oliva.
L’ultima ciliegina da parte dell’U.E è il tentativo di liberalizzare la produzione del Lambrusco nei paesi dell’unione a danno dei nostri viticultori.

Sul fronte dell’immigrazione è sotto gli occhi di tutti che questa UE si sta attivando solo ora nel momento in cui il paese penalizzato è la Germania e pertanto ha ritenuto opportuno anche con i nostri soldi ( pubblici, qui non c’è aiuto di Stato non basta quelli che gli diamo) finanziare la Turchia affinché trattenga nel proprio territorio i migranti.
Tale solerzia e sensibilità non ha riguardato l’Italia nel momento in cui il flusso principale di profughi attraversava il canale di Sicilia.

Non parliamo della politica estera dove chi fa il bello e cattivo esempio sono la solita Germania e Francia con la Mogherini che fa da notaio.
Infine per non farci mancare niente dopo che Germania , Francia e Spagna hanno salvato con denaro pubblico degli stati e del Fondo Salva Stati le loro banche e di conseguenza i loro concittadini risparmiatori, al momento in cui è toccato all’Italia siamo andati a mendicare un aborto di accordo inutile grazie a quel Bail In che i nostri insipienti rappresentanti hanno sottoscritto per la loro mediocrità e sudditanza.

Da un punto di vista politico, economico e decisionale ci trattano con sufficienza e superiorità relegandoci al ruolo di comparse, bacchettandoci ogni tanto come se fossimo un popolo inferiore.
Il nostro presidente del consiglio fa la voce grossa in Italia ai fini elettorali per poi prostrarsi davanti al kaiser Merkel e al suo sottoposto Junker.
Vogliamo aprire gli occhi e renderci conto che la Germania ha un solo concetto dell’U.E. e cioè lo strumento per estendere la sua sovranità su tutta l’Europa?

Il loro obiettivo e penalizzare e depotenziare le economie manifatturiere di paesi come l’Italia che gli fanno concorrenza per instaurare il loro sogno segreto da sempre la grande Germania mascherata da U.E.
Svegliamoci se non vogliamo diventare la loro colonia.

Aurelio

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.