Ricerca

» Invia una lettera

Quando la stupidità non ha mai fine

pensioni inps
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

15 febbraio 2016

Egregio Direttore
Lo squallore di questa classe politica non smette di sorprendermi, l’ultima notizia diramata dai mas media in ordine di tempo, che dimostra la stupidità e la mediocrità di chi ci governa e quella di voler collegare la pensione di reversibilità all’indice Ise familiare.
Attualmente le pensioni di reversibilità spettanti al coniuge sopravvissuto corrisponde al 60% della pensione percepita dal defunto durante la sua vita.
Orbene è risaputo che la stragrande maggioranza delle famiglie italiane durante la loro attività lavorativa si sono comportate da formiche facendo del risparmio e della casa di proprietà il loro obiettivo finalizzato ad una vecchiaia serena .
Pertanto è abbastanza comune che molte vedove e vedovi oggi siano proprietari di casa propria ed abbiano da parte un gruzzolo di denaro grazie alla liquidazione a suo tempo percepita e messa da parte alla fine del percorso lavorativo.
Senza contare che gli anziani, in modo particolare di questi tempi di crisi e disoccupazione, fungono da ammortizzatori sociali per figli e nipoti dato che questo Stato di sociale fa poco e niente per i suoi cittadini.
Non solo eroga servizi scarsi facendoli pagare pure cari ma impone una pressione fiscale che non ha ricadute degne di uno stato civile.
Se questa iniziativa dovesse andare in porto ci sarebbe principalmente un ulteriore crollo dei consumi dato che oggi chi spende per se e per gli altri sono i pensionati, basta vedere da chi sono frequentati i supermercati alimentari.
Ma questo i nostri politici non si rendono conto dato che vivono nel privilegio.
Appartengono ad una casta ben retribuita e garantita sfiorata appena dai veri problemi della gente comune che percepiscono sbadatamente e infastiditi solo nei Talk Show televisivi.
Quello che mi fa più pena che tutte queste iniziative a carico dei ceti meno abbienti provengono da un governo di centro sinistra il cui nucleo forte di sostegno è composto da ex esponenti del vecchio partito comunista mentre i vari tagli di spesa su cui si sostiene il sistema, fatto di privilegi e sprechi, non viene minimamente intaccato.
Signor presidente del consiglio prima di impoverire completamente e definitivamente il Paese faccia meno demagogia sui mas media, cominci a dare l’esempio, sia meno megalomane si tolga il mega aereo di stato che ci costa a noi cittadini una enormità e prenda esempio dai veri statisti come De Gasperi che hanno servito con umiltà e povertà lo Stato.

Aurelio

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da maurizio_bruschi

    Non hanno neanche i francobolli per spedirci la nostra situazione contributiva.
    Come possiamo mettere nelle loro mani il nostro futuro?
    Maurizio