Porsche Taycan, la sportiva che non c’era

La prima Porsche elettrica coniuga alla perfezione performance, tecnologia e zero emissioni

Porsche Taycan

La rivoluzione elettrica nel mercato dell’auto ha fatto grandi progressi rispetto ai modelli usciti solo pochi anni fa. Le prime automobili a motorizzazione elettrica si distinguevano per autonomie risibili, prestazioni mediocri, difficoltà di ricarica a fronte di costi elevatissimi. L’avanzamento tecnologico, spinto dagli investimenti delle aziende del settore, ha permesso in questi anni di fare passi da gigante, al punto che oggi le auto elettriche si inseriscono come una componente normale e pienamente integrata all’interno del parco auto circolante.

Galleria fotografica

Porsche Taycan 4 di 7

La sfida elettrica ha ormai abbandonato il mondo delle utilitarie da città a basso consumo ed è stata abbracciata da Porsche con la realizzazione di Taycan, prima auto Porsche integralmente elettrica, progettata con tutta la potenza, la tenuta di strada, le prestazioni e l’aspetto tipici di una Porsche, dotata però di una motorizzazione completamente nuova per la casa produttrice, ma anche innovativa nel panorama di vetture a propulsione elettrica. Centro Porsche Varese ha portato Taycan nella città giardino da inizio 2020 con i suoi tre modelli, Taycan 4S, Taycan Turbo e Taycan Turbo S. Si può dire che con Taycan Porsche abbia creato un segmento nuovo, quello dell’auto elettrica sportiva e l’abbia fatto mettendo al primo posto l’anima del marchio, senza scendere a compromessi e senza accettare un risultato inferiore in termini estetici o di performance rispetto a quello che ci si può aspettare conoscendo la storia dei suoi modelli. A livello prestazionale Taycan 4S, Taycan Turbo e Taycan Turbo S possono vantare una potenza massima rispettivamente di 530, 680 e 761 CV, erogata da due motori sincroni a magneti permanenti capaci di garantire efficienza e prestazioni anche grazie a un inedito cambio automatico a due marce pensato per garantire la maggiore dinamicità possibile. Sempre in un’ottica di prestazioni di punta opera il sistema Launch Control che garantisce alla Taycan uno scatto da 0 a 100 km/h in 4,0 secondi per la 4S, 3,2 per la Turbo o 2,8 per la Turbo S, numeri che permettono di battere in partenza anche le supercar a benzina. Il Launch Control di Porsche inoltre non soffre per il surriscaldamento del motore, grazie alla particolare configurazione dello stesso e, a differenza di sistemi analoghi presenti su altre auto elettriche, permette di richiamare ad ogni lancio la stessa potenza. La progettazione di una Porsche però non si limita a curare la pura potenza, ma punta a garantire una guidabilità da sportiva completa. Per questo le batterie ad alta capacità, garantite a vita e capaci di offrire oltre 400 km di autonomia, sono state alloggiate nel sottoscocca abbassando il baricentro della Taycan, bilanciando il peso e garantendo così una tenuta di strada da pista senza rinunciare allo spazio interno, al punto che Taycan è disponibile anche in una versione a 4+1 posti e offre 447 litri di bagagliaio divisi tra vano posteriore e anteriore.

L’innovazione della nuova Taycan, oltre che nella motorizzazione totalmente elettrica, presenta un’evoluzione negli elementi di comando nell’abitacolo, completamente digitali, e nella dotazione tecnologica. Sulla Taycan i tasti fisici sono ridotti al minimo per sottolineare un’architettura degli interni sportiva, semplice e lineare: il cockpit è un display da 16,8” e anche sul tunnel centrale è presente un display touch da 8,4” che permette di controllare le impostazioni del veicolo, dalla modalità di guida al sistema di climatizzazione a 2 o 4 zone. Su richiesta è anche possibile avere un display dedicato al passeggero anteriore che consente di accedere alle opzioni di navigazione e di infotainment. Porsche Connect è il copilota digitale che permette di interfacciarsi in maniera fluida con l’auto e di gestire tutte le funzioni automatizzate e di aiuto alla guida presenti in Taycan. Il Pilota Vocale si attiva al comando “Ehi Porsche” e risponde a comandi vocali e multimodali (tattili e vocali) per gestire i sistemi interni dell’auto, dal riscaldamento alla navigazione, che richiama costantemente le informazioni sul traffico.

Taycan è prima di tutto un’ auto da guidare, ma anche un’auto capace di offrire comfort e intrattenimento per viaggi lunghi. L’app MyPorsche permette di inviare in anticipo l’itinerario alla vettura e grazie a Charging Planner, che sincronizza le colonnine di ricarica rilevanti sulla base dei consumi previsti, è possibile fare pianificare il percorso ed eventuali soste direttamente alla vettura. Porsche per le ricariche stradali ha sviluppato una partnership con Ionity che le permette di sfruttare l’accesso alle stazioni di ricarica ultraveloce che si stanno diffondendo sempre di più sulla rete stradale. Grazie all’architettura da 800 volt, la Taycan può ricaricare fino a 100km di autonomia in 5 minuti e con il Porsche Turbo Charger, presente presso Centro Porsche Varese, si carica dal 5 all’80% della batteria in soli 22 minuti. La progettazione di Taycan, oltre alla ricarica, ha fatto attenzione a massimizzare l’efficienza: un sistema di recupero dell’energia permette di guadagnare chilometri di autonomia durante la marcia sfruttando l’energia frenante e il Porsche Intelligent Range Manager che consente di gestire al meglio l’autonomia sui lunghi viaggi con l’aiuto dell’autopilota. E per accompagnare al meglio verso la transizione all’elettrico, Porsche ha anche sviluppato una partnership con Alpiq per l’installazione a casa propria una colonnina di ricarica da 11 kW con un canone mensile tutto compreso, che libera da ogni altro pensiero.

di
Pubblicato il 20 Ottobre 2020

Galleria fotografica

Porsche Taycan 4 di 7

Segnala Errore