Alla Procura un altro esposto sull’ex colonia Roncoroni

Gavirate - Il documento è stato presentato da quattro consiglieri di minoranza. Chiesto anche un consiglio comunale speciale sulla questione

I Consiglieri Comunali di Gavirate Giovanni Focchi , Rosalia Gallo, Marco Tuozzo e Francesco Cassani hanno presentato alla Procura della Repubblica di Varese un esposto riguardante la compravendita e la successiva demolizione dell’ex-Colonia Roncoroni, sita a Gavirate in via Lido 5. Tale esposto fa seguito ad altro esposto risalente a qualche mese fa. «L’esposto – si legge nel comunicato stampa a portante la firma dei quattro consiglieri – è stato sollecitato da numerosi cittadini ed ha come unico scopo quello di contribuire a fare chiarezza sulla sorte di un edificio che stava molto a cuore a tutti i Gaviratesi, sorte su cui sono state poste inutilmente numerose domande ai responsabili della Amministrazione Pubblica ed in particolare al Sindaco Giovanni Alberio. Cerchiamo qui di evidenziare per sommi capi alcuni dubbi e domande che ci siamo posti, riservandoci di ritornare prossimamente sull’argomento, vista la mancanza di spazio giornalistico. Ci sono grossi dubbi sulla perizia riguardante la valutazione dell’immobile, da cui si evince a prima vista una grave sottostima soprattutto del terreno posto in vendita. Dall’atto notarile si evince la vendita di un mappale che non era apparentemente oggetto di vendita almeno da quanto risulta dal bando d’asta. Grosse perplessità si hanno sul fatto che il Comune di Gavirate ha venduto l’immobile ad una società che non aveva partecipato all’asta. Dai documenti bancari risulta che i pagamenti sono stati effettuati in ritardo rispetto alle scadenze previste, ivi compreso il deposito cauzionale».

Grosse perplessità, secondo i consiglieri, anche sulla convenzione firmata tra il Comune e la società acquirente. «Il comune continua lo scritto – promette di vendere alla società acquirente, con delibera consiliare, i mappali posti lungo la provinciale. Chi ha dato il potere al Responsabile Ufficio Tecnico di parlare a nome del Consiglio Comunale? Speriamo non il Sindaco!!!! Tra l’altro, dalle visure catastali, sembra che i mappali “in promessa di vendita” siano di proprietà della Provincia. Il Comune vende mappali della Provincia? Può essere che la Provincia abbia fatto vendite o permute con il Comune. Dagli atti pervenuti non risulta. Il Sindaco o qualche Assessore Provinciale dovrebbe saperlo. Non esistono invece dubbi sul certificato di destinazione urbanistica dove si omette di citare la nota 2-10 riportata a pagg. 163-164 del PRG vigente (note relative all’area ex Colonia Roncoroni) che esclude tra l’altro l’abbattimento e limita al 10% l’aumento di volumetria all’interno della sagoma In questo modo si è attribuita all’area una volumetria 3 o 4 volte superiore a quella prevista dal PRG. Un bel regalo!!!!»

Oltre alle constatazioni contenute nell’esposto, i consiglieri firmatari intendono investire anche il consiglio comunale della vicenda. A tale proposito i firmatari del comunicato hanno dato notizia di aver richiesto al sindaco di convocare un consiglio comunale ad hoc per discutere dell’ex colonia Roncoroni.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 gennaio 2003
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.