Le paure di grandi e piccini in scena alla biblioteca di Luino

Il progetto "Che fifa blu" dell'assessorato ai servizi sociali vuole aiutare i bambini ad accettare le proprie paure

Quante e quali sono le paure dei bambini? Sono cambiate rispetto a quelle che avevamo noi alla loro età? Un progetto educativo del comune di Luino cerca di scoprirlo. Primo obiettivo: riconoscere le proprie paure attraverso lo spettacolo. Questo l’obiettivo di “E quindi uscimmo a riveder le stelle”, percorso spettacolo che si terrà venerdì 22 ottobre alle 21 presso la biblioteca comunale di Villa Hussy in piazza Risorgimento.

Un’attrice, Betty Colombo, una psicologa, Marisa Brunella, e le educatrici del comune di Luino hanno creato uno spettacolo educativo orientato verso i bambini di elementari e medie con l’obiettivo di far riconoscere le proprie paure e ansie in modo da poterle vivere come parte integrante della vita affrontandole.

Lo spettacolo si inserisce all’interno del progetto dell’assessorato ai servizi sociali di Luino denominato “Che fifa blu” sempre orientato in tal senso. Molte le classi di materne, elementari e medie che hanno aderito provenienti da varie zone delle valli del Luinese. “Che fifa blu” prevede anche laboratori creativi ed esperienze guidate con gli educatori ed esperti che mirano ad approfondire questo tema.

 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.