Legambiente rilancia l’educazione ambientale

Un progetto di lunga durata, con la collaborazione della Prvincia, per educare fin da piccoli al rispetto della natura e al senso civico

«E’ la prima volta che ci troviamo per un progetto così ampio, rivolto a tutta la Provincia». Stefano Marcora, presidente del circolo di Legambiente di Busto Arsizio e coordinatore dei circoli del Sud Varese, non nasconde la sua soddisfazione. Infatti in questi giorni parte il ricco programma di proposte per l’educazione ambientale nelle scuole lanciato da Legambiente in collaborazione con l’amministrazione provinciale varesina. «I corsi che andremo a tenere nelle scuole vogliono coinvolgere soprattutto i bambini con attività anche manuali, quali la manutenzione di un orticello, in modo da far conoscere fisicamente la realtà della natura. E’ chiaro che per un simile progetto il coinvolgimento di insegnanti e genitori assume la più grande importanza. Vista la disponibilità della provincia, pensiamo di coinvolgere i singoli Comuni chiedendo che appoggino e finanzino piccoli progetti locali, quali per esempio manifesti disegnati dai ragazzi per incentivare la raccolta differenziata».
Già nella conferenza stampa di mercoledì scorso a Busto Arsizio Legambiente aveva presentato il libretto dal titolo: "Educazione ambientale. I progetti e le visite guidate per le scuole della Provincia", che ha ricevuto il Patrocinio della Regione Lombardia e del C.S.A. di varese (l’ex Provveditorato agli studi). Il libretto espone i vari corsi che Legambiente terrà nelle scuole elementari e medie che aderiranno con le relative spiegazioni di ordine didattico e scientifico. Normalmente i corsi si articoleranno in un incontro preliminare con gli insegnanti e in quattro interventi da due ore circa l’uno. Questi i titoli dei corsi: "Rifiuti: da problema a risorsa", "La viabilità ed il trasporto amico dell’ambiente", "Educazione all’energia", "Clima e povertà", "L’orto biologico a scuola", "Il giardino scolastico, questo sconosciuto", "Il bosco dietro l’angolo", "Le voci del mare". Vi saranno poi visite guidate ad ambienti naturali, quali la riserva forestale del Monte San Giacomo a Cuirone di Vergiate, i boschi della Valganna, l’oasi faunistica della Boza sopra Cassano Magnago e il Parco Alto Milanese.
Sergio Luoni di Legambiente Cassano Magnago sottolinea che per la prima volta si è resa organico e istituzionale un progetto di educazione ambientale. «E’ un’attività cruciale per noi, perchè forma le coscienze dei cittadini di domani. Un bambino, al di fuori della scuola, vede inciviltà e maleducazione a tutti i livelli, figurarsi verso madre natura. Ciò che vogliamo far capire ad ogni bambino è che questi atteggiamenti, per quanto passino in genere impuniti, sono sbagliati e vanno a colpire il suo futuro. In questo senso l’educazione ambientale è strumento politico, ossia di formazione del cittadino e di diffusione dello spirito civico».

Maggiori informazioni, utili per insegnanti, genitori e dirigenti scolastici, si possono trovare all’indirizzo www.legambiente-sudvarese.org/iniziati.htm
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 25 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.