Pgt, poche scelte e non decisive

Le osservazioni di Ambrogio Filippini dei Verdi

Riceviamo e pubblichiamo 

Dopo aver ascoltato la presentazione del P.G.T.di Cassano Magnago,sono tornato a casa con delle sensazioni contrastanti da un lato l’impressione di un lavoro fatto, dai professionisti , bello e completo di particolari ed attenzioni che non lasciano troppe interpretazioni.

Dall’altra parte la sensazione o forse la certezza che questo piano non fa alcuna scelta , ne coraggiosa ne politica , si insiste nell’edificare per non si sa bene che futuri abitanti di questa città ,puntando sull’espansione dell’abitato anziché puntare tutto sul recupero dell’esistente e all’ottimizzazione degli spazzi , la delocalizzazione degli insediamenti produttivi ed industriali dal centro abitato alla zona industriale e conseguente recupero di queste aree dismesse ecc.

E di scelte come queste i nostri amministratori avrebbero potuto farne anche altre che non sto ad elencare , ma hanno scelto di non fare assolutamente alcuna scelta che avrebbe potuto scontentare qualcuno ma che probabilmente non accontenta nessuno . 

Ambrogio Filippini

Verdi  Cassano Magnago

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.