Alda Merini e Fabrizio Macchi in biblioteca

Un mese ricco di appuntamenti con un calendario all'insegna della poesia, dei libri e dello sport; tra gli altri, la mostra "Moto di Lombardia" e un appuntamento per i bambini

Un mese ricco di appuntamenti per la biblioteca di Tradate, tra mostre e presentazione di libri, tra poesia e sport. Si comincia giovedì 8 novembre con la poesia di Alda Merini, autrice di livello nazionale, la cui poetica, fatta di ardente visionarietà e profonda, ma al tempo stesso sommessa, inquietudine, che è considerata tra le maggiori autrici del ‘900 e dei primi anni del 2000.  
Altro protagonista del mese, oltre all’apertura della grande mostra dedicata alla promozione grafica delle motociclette dalla fine dell’800, anche Fabrizio Macchi, ciclista varesino dalla vita piena di successi sportivi, ottenuti grazie alla propria determinazione e nonostante da quasi vent’anni viva con una gamba sola, dopo che fu costretto a decidere di perdere l’altra a causa di un tumore. 
 

Da segnalare anche gli incontri con due autori del varesotto: il poeta e storico, Luca Traini, nato proprio a Tradate che ha pubblicato un singolare romanzo che lega Aosta e il Seprio attraverso i Romani; oppure l’incontro con uno degli ultimi pescatori professionisti della provincia, Ernesto Giorgetti, che presenta un romanzo dolce e nostalgico su questa figura in via di estinzione.

Attenzione particolare anche alle mostre: oltre a “Tracce di cultura dell’infanzia”, dedicata al mondo visto attraverso i disegni dei bambini e organizzata dalla cooperativa “La casa davanti al sole”, il 24 novembre si inaugura una nuova grande mostra dal titolo “Moto di Lombardia”, un singolare viaggio tra storia e grafica pubblicitaria della motocicletta lombarda.  
Da non perdere poi l’inaugurazione dell’attesa sala eufonica, il 1° dicembre, quando sarà aperta ufficialmente la sala pubblica per l’ascolto di musica e video ad alta definizione

Ecco il programma completo:

– giovedì  8 novembre – ore 21. Alda Merini presenta: “Francesco. Canto di una creatura”, ed. Frassinelli. Chi era Francesco d’Assisi? Vagabondo, "folle d’amore", "elemosiniere di Dio", è una figura affascinante e provocatoria. Attorno a lui si sono appassionati, e talora divisi, laici e religiosi, credenti e scettici di ogni tempo, ma soprattutto coloro che non smettono di interrogarsi sul senso e sul destino della fede. Nelle poesie di Alda Merini, grande autrice del nostro tempo, negli echi di questi versi in forma di monologo, o preghiera, che possiedono la sapienza di un canto d’amore mistico e la forza di una lauda, il santo ritrova tutta la sua sostanza vitale, la sua gioia, follia e pietà. E diventa un’icona di amore e redenzione incomprensibile alla ragione. 

– Sabato 10 e domenica 11 novembre . “Il re in giallo” presenta:Torneo giochi di ruolo. Sfogo alla fantasia per poter vivere così splendide avventure e per trovarsi tutti insieme uniti da alcuni dei più famosi Giochi di ruolo del mondo. Il torneo Dungeons and Dragons e Il Richiamo Di Cthulhu sarà composto da due giorni di puro divertimento e aggregazione nei quali gruppi di massimo cinque elementi si sfideranno all’interno di una avventura creata dal nostro gruppo. Sono aperte le iscrizioni. A cura del gruppo “Il re in giallo”. 

– sabato 10  novembre, ore 17. Cooperativa sociale La casa davanti al sole e Gruppo Vidor presentano: Tracce di cultura dell’infanzia. Una mostra dedicata ai disegni dell’infanzia, voluta per riproporre agli adulti uno sguardo infantile sul mondo. Opere che nascono dal bisogno delle manine di bambini di disegnare nell’aria, fino all’adolescenza. Il tutto inframezzato dalla pittura degli artisti delle avanguardie del ‘900.  
la mostra proseguirà fino a sabato 17 novembre.  

Giovedì 15 novembre – ore 21 Luca Traini presenta: Il dittico di Aosta, ed. Fabbrica Arte. Lo scrittore e storico di origini tradatesi reciterà alcuni brani del suo ultimo romanzo che diventa una guida storica, originale e intrigante per i 2000 anni della Roma delle Alpi, nel territorio dell’antico Contado del Seprio. Al termine vi sarà una proiezione speciale del dvd realizzato dalla Soprintendenza Valdostana con ricostruzione virtuale di uno dei siti più rari al mondo: il Criptoportico Forense di Aosta.  

Giovedì 22 novembre – Ore 21. Ernesto Giorgetti presenta: “Confesso che ho pescato”. Ernesto Giorgetti è uno degli ultimi pescatori professionisti del Lago di Varese. È al suo secondo romanzo e nella sua nuova opera racconta la sua vita, un sogno, una magia come la pesca. Quando l’attività era perfettamente integrata nel mondo contadino di allora. Ma quasi subito, mentre anche i villaggi assumevano velocemente i modi e le caratteristiche della società moderna industriale, e i figli dei contadini andavano in fabbrica, anche i pescatori si ritrovarono come naufraghi «su un’isola galleggiante che si allontanava dalla riva».  

– Sabato 24 novembre – ore 17. Fabbrica Arte presenta “Moto di Lombardia, un viaggio tra storia e grafica pubblicitaria della motocicletta lombarda”. La mostra vuole raccontare l’incredibile vitalità dell’industria motociclistica lombarda tra la fine dell’800 e gli anni ’50 del ‘900, attraverso le testimonianze di 43 case di produzione, note e meno note al vasto pubblico: Bianchi, Frera, Ganna, Gilera, Guzzi, MV Agusta, Parilla e molte altre. Filtro per raccontare questo mondo sono i materiali di comunicazione e promozione dell’epoca: dagli albori del “cartellonismo”, passando attraverso le grandi agenzie d’inizio secolo, per arrivare all’esplosione degli anni ’50.  In esposizione originali e riproduzioni di manifesti d’autore – come Boccioni, Dudovich, Maga, Codognato, Boccasile –  ma anche volantini, cataloghi, pagine pubblicitarie da riviste, targhe smaltate, gadget promozionali e foto storiche. 

Giovedì 29 novembre – ore 21. Fabrizio Macchi presenta: Più forte del male. La mia sfida contro ogni limite, ed. Piemme . Fabrizio Macchi, ciclista. Sportivo di fama nazionale e internazionale. Ha una gamba sola, a causa di un tumore osseo a 16 anni. Ha passato un calvario ospedaliero estenuante, segnato da 17 operazioni chirurgiche e 20 cicli di chemioterapia. Oggi, dopo una vita straordinaria all’insegna della determinazione, grazie ai traguardi sportivi e non che ha raggiunto, è un punto di riferimento per tanti sportivi e non. Il libro è una testimonianza toccante, all’insegna del coraggio e del non arrendersi mai. 

Sabato 1° dicembre – Ore 18. Apre la sala eufonica. Ascoltare musica ad alta definizione. La biblioteca diventa sempre più multimediale con l’apertura della sala d’ascolto realizzata per avvicinarsi più possibile al suono perfetto. Il tutto senza disturbare i normali fruitori della biblioteca.  
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.