Ultimo saluto ad Antonio Trotta. La moglie in prima fila

Era in coma, conteso tra Italia e Svizzera. Dopo la guerra legale, ai funerali, fianco e fianco, le due famiglie

C’è anche la moglie di Antonio Trotta ai funerali del ristoratore di Albizzate morto improvvisamente la settimana scorsa dopo due anni di coma a seguito di un incidente. Ana Vidc è giunta alla chiesa di Albizzate accompagnata dalla madre e da un gruppo di familiari giunti dalla Bosnia. Il corteo funebre si è mosso alle 15 dalla casa dove i Trotta avrebbero voluto ospitare Antonio nella sua riabilitazione, e a metà strada Ana, sorretta dalla madre e da un uomo, è entrata nella fila iniziando a camminare dietro al feretro, a pochi passi dal papà e dalla mamma di Antonio Trotta. In chiesa è presente anche Antonio Chianese, il tutore svizzero di Antonio, che poco prima della cerimonia, parlando con i giornalisti, ha detto: «Mi hanno telefonato chiedendomi di non venire, ma io ero amico di Antonio e nessuno può impedirmi di salutarlo: è solo Dio che deve giudicare, non gli uomini». La cerimonia viene celebrata dal vicario episcopale monsignor Luigi Stucchi. Il corpo sarà seppellito nella cappella di famiglia a Orago.

Galleria fotografica

Ultimo saluto ad Antonio Trotta 4 di 9

Ana Vidic era stata protagonista di una contesa legale con la famiglia italiana che aveva assunto toni molti aspri negli ultimi mesi. I famigliari italiani di Trotta la accusavano di volerlo riportare in Svizzera, dove non avrebbe ricevuto cure appropriate. Come è andata a finre è noto: Antonio è rimasto in Italia, dove è morto lunedì scorso per una infezione. La procura ha aperto un fascicolo ordinando l’autopsia di cui si attendono i risultati a breve.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 ottobre 2007
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Ultimo saluto ad Antonio Trotta 4 di 9

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.