“Renderemo tranquilla la vita di chi fugge dalla città”

Il saluto del Colonnello dei Carabinieri Maurizio Delli Santi ai militari della compagnia di Luino. Nel suo discorso affrontate tematiche sociali e ambientali

Il Colonnello dei Carabinieri Maurizio Delli Santi (foto), nuovo comandante provinciale dell’Arma ha visitato questa mattina, 13 ottobre, la Compagnia dei Carabinieri di Luino. E, nonostante il suo insediamento risalga a solo qualche giorno fa, succedendo al collega Colonnello Claudio Criscuolo, Delli Santi ha dimostrato nel suo discorso ai comandanti di stazione del Luinese di avere già le idee chiare sul lavoro che dovrà affrontare coi suoi uomini in questa delicata parte del territorio provinciale. «Dopo Busto Arsizio, ho scelto Luino per la mia visita alle compagnie della provincia di Varese – ha spiegato l’ufficiale durante un breve incontro con la stampa avvenuto nella caserma di Luino – , che non a caso presenta delle peculiarità dal punto di vista sociale e del territorio: 44 comuni, il confine con la Svizzera e un tessuto ancor forte di tradizioni e relazioni, sul quale i militari dell’Arma avranno un compito importante: quello di rendere sicura questa zona sia per quanto concerne il fenomeno della criminalità organizzata, sia per i reati comuni e il decoro urbano».
In realtà il comandante Delli Santi, come dimostra il suo curriculum personale, non è nuovo alla provincia di Varese, avendo già servito come Comandante di Compagnia dal 1986 al 1990, a Gallarate. Ora l’impegno più ampio di gestire le diverse realtà del Varesotto, con un occhio di riguardo alle tematiche relative a ciascun territorio. Delli Santi ha parlato anche di come il tessuto sociale sia soggetto al cambiamento, soprattutto nelle aree del Nord della Provincia: «Stiamo assistendo ad un fenomeno di “deurbanizzazione” – ha concluso il Comandante provinciale dei Carabinieri (nella foto, ritratto con i comandanti di stazione. Alla sua destra, il comandante di compagnia, Capitano Giuseppe D’Aveni) – con sempre più cittadini che scelgono di lasciare la città per i centri minori, più a misura di uomo. In quest’ottica l’operato delle 8 stazioni dei Carabinieri e dei due posti di frontiera rientranti nella compagnia di Luino avrà l’obiettivo di preservare e proteggere la tranquillità di questi luoghi, l’ambiente e il carattere strettamente locale della zona».
All’incontro ha assistito anche una rappresentanza della locale “Associazione Nazionale Carabinieri”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.