Al Galmarini, un ambulatorio per i bimbi adottati all’estero

Un servizio specifico è a disposizione dei bambini che spesso hanno documentazioni sanitarie carenti e hanno bisogno di esami approfonditi

L'ospedale di TradateDa lunedì 16 aprile sarà attivo, presso la Pediatria del Presidio Ospedaliero di Tradate, un ambulatorio riservato all’accoglienza del bambino adottato con adozione internazionale. Tale ambulatorio provvederà alla presa in carico sanitaria, al suo arrivo in Italia, del bambino adottato con adozione internazionale, una situazione che per la famiglia adottante può presentare aspetti di criticità. Infatti, i dati provenienti dal Gruppo di Lavoro Nazionale per il Bambino Immigrato (GLNBI) della Società Italiana di Pediatria dimostrano come la presa in carico del bambino adottato all’estero possa presentare per il pediatra di famiglia obiettive difficoltà, spesso sottostimate: il bambino giunge, in molti casi, in Italia con una documentazione sanitaria carente e poco attendibile e, come risulta dalla letteratura, nel 50% dei casi è affetto da patologie raramente diagnosticabili con la sola visita pediatrica.
Allo scopo verrà utilizzato il protocollo diagnostico-assistenziale, attualmente in uso da tutti i servizi pediatrici di riferimento per l’adozione internazionale, che prevede l’effettuazione di esami di screening per il bambino adottato proveniente dall’estero.
La Città di Tradate si colloca in un contesto territoriale baricentrico tra le province di Varese e Como, sinora sprovvisto di questa tipologia di ambulatorio, ragione per cui le famiglie adottive della zona si rivolgono a strutture della Città di Milano oppure in Piemonte, a Novara o Verbania.
 
Per la presa in carico del bambino da parte dell’ambulatorio, la famiglia e/o il Pediatra curante potranno riferirsi alla Struttura di Pediatria dell’Ospedale contattando il numero 0331/817416, per concordare lo svolgimento degli accertamenti, che prevedono:
1° INCONTRO (ambulatoriale, con bambino e genitori): storia del percorso adottivo, visione della
documentazione sanitaria, valutazione clinica, spiegazione del percorso diagnostico e programmazione
degli accertamenti;
2° INCONTRO : ESECUZIONE PERCORSO AMBULATORIALE: accertamenti ematici, strumentali e specialistici, in base a protocollo GLNBI, e rilievi individualizzati in base alle caratteristiche del bambino;
3° INCONTRO: consegna ai genitori degli esiti degli accertamenti con relativa valutazione medica.
L’iniziativa è stata sostenuta con entusiasmo anche dall‘Associazione di Volontariato e Solidarietà
Familiare “Petali dal Mondo Onlus” di Tradate; l’Associazione opera sul territorio con finalità di informazione, formazione, sensibilizzazione e sostegno nel campo dell’adozione di minori 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.