Droghe nuove, effetti rischiosi: l’esperienza del pronto soccorso

Convegno a Villa Recalcati, mercoledì 5 dicembre, con il dottor Perlasca, primario al Circolo. Consigli e informazioni per operatori ma anche genitori e ragazzi

Nuove droghe, danni neurologici, camuffamenti, falsità. È lo scenario che il dottor Francesco Perlasca, primario del pronto soccorso di Circolo, presenterà domani, mercoledì 5 dicembre  nella sala convegni di Villa Recalcati a Varese dalle 15.

«Negli ultimi anni si è sviluppato un mercato della droga innovativo – chiarisce il dottor Perlasca – compaiono sintesi nuove di sostanze chimiche. Il problema è che, finchè queste sostanze non vengono inserite nell’elenco delle droghe illegali, rimangono perfettamente legali. Per questo, la Presidenza del Consiglio ha creato una rete di allerta collegata al centro antitossicologico di Pavia a cui facciamo riferimento. Quando arriva un paziente che presenta un quadro clinico compromesso ma non riconducibile a una droga nota, mandiamo un campione a Pavia. Se si fanno nuove scoperte, queste contribuiscono ad aggiornare l’elenco degli stupefacenti».

In provincia di Varese la situazione non è allarmante ma nemmeno sottovalutabile: « Ogni week end ci troviamo a soccorrere un paio di persone in difficoltà per abuso di sostanze. Abbiamo ragazzi ma anche adulti. Sono soprattutto i quarantenni le vittime di infarti in età precoce, provocati dall’uso di cocaina che provoca danni al sistema cardiovascolare. I ragazzi, invece, fanno spesso un mix tra droghe leggere e alcol, così gli effetti vengono aumentati».

Il pronto soccorso di Varese, come dice il dottor Perlasca, non intercetta molte sostanze nuove: « Le nostre segnalazioni sono solo 3 o 4 all’anno e, fino a oggi, non sono mai state indicative di novità del mercato della droga».

Una parte importante del convegno, però, sarà riservato ai genitori ma anche ai ragazzi che si muovono in internet: « Ormai è diventato molto facile reperire le sostanze. Internet offre un mercato fiorente anche perchè, spesso, camuffato. Puoi trovare la pubblicità di sostanze apparentemente innocue, invece illegali come, per esempio, fitofarmaci per “piante da 70 kg” che altro non sono che droghe con le dosi indicative per un assuntore di quel peso».

L’appello finale sarà soprattutto per i genitori: « Queste droghe, che provocano danni al sistema nervoso centrale, lasciano sempre segni evidenti. Osservate i vostri ragazzi, quindi, alzate le antenne quando i ragazzi non si comportano come sempre, sono silenziosi e diffidenti. Si farà peccato, ma diffidare può aiutarli».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 dicembre 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.