Uccide i figli di 2 e 8 anni, poi tenta il suicidio

La tragedia nella serata di ieri: niente da fare per i soccorsi ai piccoli. L'uomo soffriva di una forte depressione

ambulanzaTragedia nella Brianza: un uomo di 37 anni, depresso cronico, ha ucciso con un coltello i due figli di due e otto anni nella serata di ieri a Giussano. Di seguito il racconto del direttore di MbNews Matteo Speziali di cui proponiamo l’articolo pubblicato dal quotidiano monzese.

A dare l’allarme è stato lo zio. E’ arrivato in via IV Novembre a Giussano dove abita il fratello e lì ha trovato Michele Graziano in fin di vita dopo che aveva sgozzato con un coltello i figli di nove e due anni.

Il dramma è accaduto ieri sera. L’uomo, un dipendente di un supermercato, avrebbe telefonato al fratello prima di compiere il tragico gesto. Quest’ultimo ha avvertito i carabinieri, ma non c’è stato nulla da fare.

Michele Graziano 37 anni era depresso da tempo: già in passato aveva tentato il suicidio. Secondo quando riportato da alcuni giornali l’uomo faticava a pagare gli alimenti all’ex moglie da cui aveva avuto il primo figlio. Michele Graziano pare si stesse separando anche dalla convivente dalla quale aveva avuto l’ultimo bambino. La madre del più piccolo accorsa già ieri sera sul luogo del delitto. Fortissimo il suo dolore scoperto l’accaduto.

Dopo avere sgozzato i due figli con un coltello. ha tentato il suicidio non riuscendo però nella tragica impresa. E’ stato quindi ricoverato in ospedale dove non sarebbe in pericolo di vita.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 febbraio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore