Il garage di Elisa: “Zero sprechi, 100% riuso”

Garage 58" è uno dei progetti che hanno partecipato al bando "Accendi le tue idee" e porta la firma di una ragazza della Valceresio

Arcisate - Garage 58

“Il garage è il luogo normalmente adibito al deposito di oggetti che non vengono più utilizzati, mentre il numero 58 simboleggia quel periodo di rinascita che l’Italia ebbe dopo la ricostruzione, quando il popolo italiano ricominciò ad avete fiducia nel futuro”.

Ecco spiegato “Garage 58”, il titolo di uno dei 71 progetti che hanno partecipato al concorso “Accendi le tue idee”, il bando promosso dai comuni di Varese, Luino e Saronno per finanziare start up di auto imprenditorialità giovanile.

“Garage 58” non ha vinto, ma la sua ideatrice, Elisa  Maggio, 35 anni, di Arcisate, è una che non molla e sta cercando di realizzare comunque il progetto, anche proponendolo ad altre associazioni, amministrazioni cittadine e realtà del territorio della Valceresio (ma non solo).

“Il progetto punta alla riduzione di sprechi e rifiuti, promuovendo il senso civico del riciclo, dello scambio e del recupero degli oggetti – spiega Elisa – nel segno della sostenibilità ambientale e della cittadinanza attiva e creativa”.

Tre gli spazi in cui sarà articolato “Garage 58”, uno spazio di sperimentazione e creatività dedicato a giovani artisti che usano materiale di riciclo e a laboratori educativi dedicati ai bambini e ai ragazzi, uno spazio in cui si insegneranno i vecchi mestieri, e un mercatino dell’usato per l’esposizione, la vendita e lo scambio di qualsiasi oggetto e bene materiale che possa avere ancora un valore.

Le finalità del progetto sono innanzitutto sociali, per questo non ho pensato al classico negozio dell’usato, ma ad un luogo dove trovino posto anche lo scambio e il dono, perchè un oggetto che per noi può non avere più valore ne può avere moltissimo per un’altra persona o una famiglia in difficoltà. Allo stesso modo vedo una destinazione sociale e trasparente dei guadagni di questa iniziativa, che possiamo chiamare un’Officina del riuso“.

“Una caratteristica innovativa del mio progetto consiste nel premiare il volontariato, valorizzando il tempo delle persone che si dedicheranno a “Garage 58″ – spiega Elisa – Attribuendo ad ogni ora dedicata al progetto dei crediti che potranno essere spesi per corsi di formazione e e laboratori di arti e mestieri. In questo modo potrebbero essere coinvolti anche disoccupati che potrebbero trovare un’occasione di riqualificazione ma anche uno spazio sociale dove uscire da quella situazione di disagio che spesso porta all’isolamento”.

All’inizio “Garage 58” sarà un progetto itinerante, che  si proporrà a Comuni e associazioni per eventi ed iniziative legate ai temi della riduzione dei rifiuti e della sostenibilità ambientale. Ma l’obiettivo è quello di trovare una sede: “Non un edificio nuovo – conclude Elisa – ma, in linea con la filosofia del progetto, uno spazio in disuso da far rivivere e valorizzare. Anche qui in Valceresio ce ne sono molti e credo che sarebbe un vantaggio per il territorio avere uno spazio abbandonato in meno e un centro di cultura ecologica e attività educative in più”.

Elisa ha una pagina Facebook molto attiva dove ogni giorno affronta i temi del riciclo, della riduzione dei rifiuti e di un uso sostenibile delle risorse e dove chi è interessato al progetto può contattarla.

di mariangela.gerletti@varesenews.it
Pubblicato il 22 aprile 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.