“Hanno rubato tutti i pluviali del cimitero”

Un lettore segnala l'ennesimo furto al cimitero di Schianno: «Il Comune aveva sostituito tutti i pluviali e qualcuno nella notte li ha rubati. Forse credevano fossero di rame»

Gazzada Schianno varie

Gentile Redazione,
ci tenevo ad informarvi che nella notte tra venerdì 6 e sabato 7 ottobre è stato messo a segno il furto di tutti i pluviali del tetto di copertura dei colombari del cimitero di Schianno.
Da pochi mesi l’amministrazione comunale di Gazzada Schianno ha portato a termine i lavori di rifacimento totale del tetto dei colombari del cimitero di Schianno e ha sostituito tutte le canaline di raccolta d’acqua piovana vecchie ormai di oltre 50 anni.
I ladri approfittando delle tenebre, infatti dopo una certa ora per questione di risparmio energetico le luci dei lampioni vengono spente e il cimitero è avvolto da un buio pesto, hanno fatto man bassa dei pluviali.
Certamente erano ben attrezzati anche di una lunga scala, per poter accedere al tetto che ha una altezza di circa 15 metri.
L’unica cosa che si presume è che siano stati traditi dal fatto che probabilmente pensavano che il malloppo fosse rame, ma hanno dovuto “accontentarsi” di materiale fatto di alluminio.
Questo è l’ennesimo furto che si compie in questo cimitero, senza parlare poi di scope che spariscono, annaffiatoi usati per portare acqua ai fiori delle tombe che diminuiscono a vista d’occhio, vasi di fiori che spariscono, come pure i portafiori in rame che non si trovano più.
Se oggigiorno siamo arrivati anche a questo, allora siamo proprio vivendo una società ormai allo sfascio; poi non incolpiamo sempre le amministrazioni comunali che non fanno niente per il paese, tanto quando fai qualcosa il risultato è questo.
Sentiti ringraziamenti.
Enrico

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 ottobre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.