Nuovo ospedale: avanti con il trasloco, con difficoltà

Settimana prossima inizierà il trasferimento dei pazienti delle chirurgie e dell'ortopedia. A rilento l'attività delle sale chirurgiche ancora in attesa di alcuni arredi

Ad un mese dall’inaugurazione, l’ospedale di Circolo sta ancora attraversando il periodo critico.

Oltre al pronto soccorso che, da quando si affaccia sulla strada pubblica, ha dovuto attivare un servizio di vigilanza a protezione del personale sanitario, anche gli altri reparti soffrono per un’organizzazione "faticosa".

Mentre le corsie con i ricoverati sono per la gran parte nel nuovo monoblocco, nei vecchi padiglioni sono rimasti gli ambulatori e gli studi medici. Proprio su questi ultimi, il direttore generale ha riaperto il piano di "assegnazione" degli spazi, chiuso già da tempo, per una migliore ridistribuzione tra universitari e ospedalieri ( annosa questione che vive l’ospedale diviso tra due anime e che ha visto scendere in campo il livello regionale).

Sull’operatività del nuovo ospedale circolano voci su disservizi di vario genere: dai black out agli allagamenti, come quello che si è verificato nel reparto di cardiochirurgia la notte prima del trasloco.

Il blocco chirurgico non è ancora operativo: mancano alcuni arredi che dovrebbero arrivare entro la fine della prossima settimana. L’apertura di tutte le sale, quindi, è fissata per il 14 maggio. A far propendere per un rinvio ci sono anche gli intoppi che hanno vissuto neurochirurghi e cardiochirurghi, i primi ad inaugurare lo spazio operatorio.  Le due sale aperte, dopo le iniziali difficoltà, sono operative, ma a ritmi comunque rallentati.

La prossima settimana, infine, inizierà il trasloco degli ultimi reparti: le chirurgie e l’ortopedia. I rearti di degenza si sposteranno dal 7 maggio.

Rimane, infine, il problema del personale risicato: la cardiologia del professor Salerno ha attivi solo 19 posti dei 32 annunciati, 11 sono i letti del collega cardiologo dottor Calveri che ne attende 16. Per non parlare degli altri reparti, in continuo affanno, ormai cronico.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 03 Maggio 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.