«Sul centro commerciale e la ceramica a lago era già tutto deciso»

Francesco Anania, segretario Ds di Laveno e consigliere di maggioranza, difende l'operato del sindaco Ielmini:«Il perchè le cose stanno così bisognerebbe chiederlo a Trezzi»

«A Laveno questa giunta sta operando bene e su vari fronti». dopo le recenti polemiche che hanno visto protagonisti i commercianti lavenesi e l’amministrazione di Ercole Ielmini su parcheggi a pagamento e centro commerciale interviene a difesa del sindaco il consigliere comunale dei Ds e segretario lavenese della sezione Francesco Anania:«A partire dalla questione del centro commerciale crediamo che ci sia in atto una strumentazione politica da parte di chi ha prima approvato il progetto per un centro commerciale a Laveno quando era in maggioranza e poi si è affiancato ai commercianti nella protesta ora che è stata approvata la variante al piano regolatore».

Anania entra subito nel merito della questione sottolineando il fatto che il piano di riqualificazione urbana e sviluppo territoriale è stato approvato dalla giunta leghista a guida Trezzi nel lontano ’97 e nessuno fino al 2003 ha fatto qualcosa per cambiarlo. «Noi abbiamo portato a compimento un iter già a buon punto – spiega ancora Anania – capisco le preocupazioni dei commercianti ma le condizioni del ’97 erano ben diverse da quelle attuali. Allora non c’erano i centri commerciali che ci sono oggi». Ma quello che preoccupa di più al momento la giunta è dare un’impulso allo sviluppo della città partendo dalla riqualificazione delle aree dismesse che da troppi anni sono bloccate:«La variante al piano regolatore approvata per l’area interessata dal centro commerciale era necessaria per non procedere al fallimento per poi dover ricominciare tutto da capo – spiega Anania – inoltre siamo riusciti a sbloccare l’area delle ceramiche a lago dove probabilmente inizieranno i lavori entro fine estate».

Ma nell’area delle ceramiche a lago cosa è previsto? «Anche qui abbiamo trovato convenzioni e destinazioni d’uso già definite – sostiene con un po’ di amarezza Anania – rischiamo di non avere un albergo in quell’area. La maggior parte delle volumetrie sonodedicate al residenziale e solo una minima parte al ricettivo, categoria molto ampia che non esclude attività diverse da quella alberghiera. Stiamo comunque lavorando sulla società che detiene la proprietà dell’area cercando di ottenere l’albergo». L’amministrazione ha appena approvato il bilancio, ci sono voci importanti di spesa in opere pubbliche?«Io credo che con i 230 mila euro stanziati per il parcheggio al cimitero abbiamo fatto un bel servizio ai cittadini residenti in quell’area – spiega il consigliere di maggioranza – e saranno gratuiti. Da segnalare anche la costruzione della mensa per le scuole elementari di Mombello e la ludoteca che prenderà il posto della vecchia biblioteca, ora a Villa Frua, in via Battisti. In quei locali, infine, stiamo valutando l’ipotesi di creare una sala polifunzionale e una sala prove per i gruppi musicali».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 04 Maggio 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.