Via al Giro: Varese presente con la vecchia guardia

Dopo lo stop di Basso rimangono in tre i nostri portacolori: Garzelli per la classifica, Andriotto e Zanini gregari di lusso

Scatta dalla Sardegna, dalla Caprera di Garibaldi, la novantesima edizione del Giro d’Italia che per tre settimane calamiterà l’attenzione di tutti gli appassionati e gli sportivi. Una corsa che, da qualunque parte la si guardi, avrà un grande protagonista al di fuori del gruppo, Ivan Basso.

Il fantasma del campione uscente aleggerà sulla corsa rosa almeno nei primi giorni: impossibile per chiunque ignorare gli sviluppi recenti del filone italiano di Operacion Puerto, che ha coinvolto anche Michele Scarponi. Un altro corridore che era annunciato tra i protagonisti dopo l’ottimo avvio di stagione, il quale sta collaborando attivamente con i giudici della Procura antidoping del Coni.
Tornando al plotone, dove il campione del mondo Bettini erediterà giustamente il dorsale numero uno, c’è attesa soprattutto per Damiano Cunego. Il veronese è ora il principale favorito, ben davanti agli altri italiani (Simoni, Savoldelli, Riccò, Di Luca); un’insidia forte potrebbe però arrivare da Yaroslav Popovich, il giovane ucraino che in assenza di Basso sarà il leader della Discovery Channel. In casa Csc attesi Zabriski e Cancellara, ma non sembra possano lottare per la maglia.

Varese, senza Basso, è rappresentata dalla vecchia guardia: le regole Pro Tour non hanno consentito l’iscrizione dei giovani interessanti (Bailetti, Bellin oltre a Santaromita non convocato dalla Quick Step) e così l’onore sarà difeso ancora una volta da Garzelli, Andriotto e Zanini.
Il più atteso è certamente Garzelli (foto), in buona forma nell’ultimo mese (una vittoria al Giro del Trentino): il vincitore del Giro 2000 può tranquillamente puntare a un piazzamento tra i primi dieci e a qualche arrivo di tappa prestigioso, anche perché l’Acqua&Sapone punterà tutto su di lui, che avrà in Andriotto il solito scudiero fedele.
Resta "Maciste" Zanini, all’ennesima prova nella corsa rosa: il suo primo compito sarà quello di aprire la strada della volata a Robbie McEwen, ma siamo certi che nelle ultime tappe, con pochi velocisti rimasti in gara, lui proverà a mettere le ruote davanti a tutti.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 11 Maggio 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.