Al via Musica aperta, omaggio Giuditta Pasta

Dal 19 novembre 6 concerti tra Saronno, Varese, Como e Blevio per ricordare il grande soprano

«Ci piace pensare che Giuditta Pasta avrebbe apprezzato questo viaggio attraverso i tanti modi di fare musica e di trasmettere emozioni! Questo festival è l’omaggio ad una grande artista e ad una donna allo stesso tempo innovatrice  e coraggiosa protagonista del suo tempo». Con queste parole viene presentata una l’edizione del Festival “Musica Aperta”, dedicato Giuditta Pasta, che a partire dal 19 novembre, si svolgerà nelle città di Saronno, Varese, Como e Blevio, tutte città simbolo della vita del grande soprano. Tutti gli appuntamenti avranno ingresso gratuito, ma si consiglia fino ad esaurimento dei posti disponibili. Si consiglia prenotare telefonando al nr. 333-7792372 oppure inviando una e-mail a ensemble.duomo@virgilio.it  

Il calendario comprende  6 concerti ciascuno dei quali rappresenta una occasione speciale di ascolto di programmi musicali rari e originali eseguiti da musicisti di solida formazione classica.

Ecco quindi per la prima volta insieme a Saronno per il concerto di inaugurazione Davide Formisano e Phillip Moll impegnati in un programma che, partendo da Bach, arriverà fino al ‘900. Nei programmi in calendario si alterneranno rare pagine musicali tra cui le composizioni mozartiane per corno di bassetto. «Questo viaggio in musica  esplorerà anche atmosfere legate a tradizioni lontane come quella brasiliana – spiegano dall’organizzazione -, recuperata al suo valore più profondo grazie ad uno speciale connubio tra musica e voce, e la grande tradizione celtica dalle antiche composizioni dei bardi fino alle più moderne composizioni etniche contemporanee». Completa il calendario un appuntamento dedicato al mondo delle colonne sonore tra cinema e musical con  brani assai noti al grande pubblico che, a pieno titolo, possono essere annoverati tra i classici.

Sei serate di musica uniche dal sapore di evento anche per la collocazione in sale da concerto di grande suggestione. Un itinerario musicale attraverso il territorio delle province di Varese e Como che, partendo dalla Chiesa di San Francesco a Saronno, vi condurrà al Municipio di Blevio, e ancora ad assaporare l’atmosfera antica dei saloni di Villa Recalcati a Varese e della Sala Bianca del Teatro Sociale di Como, potendo apprezzare l’elegante raffinatezza delle sale dello Starhotel Grand Milan di Saronno. Al termine dei concerti in programma a Varese e presso o Starhotel di Saronno la serata prosegue con un dopo concerto a buffet.

CALENDARIO CONCERTI

 

INAUGURAZIONE

Lunedì 19 novembre, ore 20.30 – SARONNO – Chiesa  di San Francesco

DAVIDE FORMISANO flauti – PHILLIP MOLL pianoforte VIRTUOSITE

Una inaugurazione straordinaria per il festival! Uno dei più grandi flautisti della scena mondiale, Davide Formisano, primo flauto dell’Orchestra del Teatro alla Scala di Milano, con Phillip Moll uno dei più noti pianisti americani, solista dei Berliner Philarmoniker, per la prima volta si esibiranno insieme a Saronno in un programma che partendo da Bach si sviluppa poi sulla musica del ‘900, da Prokofiev a Poulenc, da Martin a Sarasate (la pirotecnica “Carmen Fantasy”). Un vero evento musicale!

Domenica 25 novembre, ore 16.00  – Blevio (CO) – Sala Consiliare del Municipio

QUARTETTO DI CLARINETTI E CORNI DI BASSETTO

BREATH QUARTET

YURI BOSCHIROLI, ROBERTA PATRINI, CARLO GIOSUÈ VALLONE, EVA PATRINI

SERENATA MOZARTIANA…e altro

Nella prima parte il concerto ci trasporterà in una serata viennese del ‘700 con la musica austriaca presentata dal “Breath Quartet”. I musicisti giovani e straordinari di questo quartetto di clarinetti offriranno al pubblico un repertorio pochissimo eseguito di Wolfgang Amadeus Mozart comprendente anche  rare composizioni per corno di bassetto, strumento insolito ma molto amato da Mozart. Il programma è completato pagine per fiati di Farkas e Harvey.

Martedì 27 novembre, ore 21.00   – VARESE – Villa Recalcati 

ENSEMBLE DUOMO

ROBERTO PORRONI chitarra, LUIGI ARCIULI flauto, SILVIA PAUSELLI violino,

FLAVIO GHILARDI viola, MARCELLA SCHIAVELLI violoncello

LA MUSICA TRA CINEMA E MUSICAL

Un viaggio nel mondo delle colonne sonore e dei musical che hanno fatto la storia del ‘900 con un particolare omaggio a Nino Rota (di cui vengono eseguiti tutti i “Ballabili” da “Il Gattopardo” nella loro versione cameristica originale, una vera riscoperta), la musica russa della splendida “Suite The Gadfly” di Dimitri Shostakovich per finire con i musical di Lloyd Webber, “Evita” e “Jesus Christ Superstar”. Un programma che fa rivivere con intense emozioni alcune delle più belle melodie del ‘900, rileborate in una dimensione cameristica da Roberto Porroni.

Sabato 1 dicembre, ore 21.00  – SARONNO – Starhotel Grand Milan

DUO MEZZOSOPRANO – PIANOFORTE

ANNALISA STROPPA e LUCA BENATTI

LIED, CHANSON, ROMANZA, CANCION

Un itinerario tra musica e poesia nei secoli, dai Lied di Ludwig van Beethoven su testi di Goethe, alle Chanson di Maurice Ravel e Gabriel Faurè su testi dei simbolisti francesi, alle Romanze di Francesco Maria Tosti su poesie di D’Annunzio, alle canzoni brasiliane di Heitor Villa Lobos.Un concerto che consentirà di esplorare i sottili legami tra parola e musica e come i diversi compositori nei secoli ne hanno evidenziato le possibilità

Martedì 4 dicembre, ore 21.00  – COMO –  Sala Bianca del Teatro Sociale 

QUARTETTO CHITARRA  – DUE VIOLONCELLI – CANTO

ROBERTO PORRONI – TATIANA PATELLA e MARCELLA SCHIAVELLI – MARIE ANTONAZZO

BRASIL

Un viaggio nella musica brasiliana di matrice colta del ‘900, con la proposta in una particolare fusione timbrica di brani di Jobim, Villa Lobos (le “Bachianas Brasileiras”), Grattali (la splendida e inedita “Sonata” per chitarra e violoncello) e Almeida.Un concerto che recupera l’anima brasiliana musicale dello scorso secolo in un singolare connubio strumentale e vocale, lontano dal folclorismo stereotipato e alla riscoperta di un repertorio poco frequentato.

Giovedì 6 dicembre, ore 21.00  – SARONNO – Starhotel Grand Milan

DUO ARPA – CANTO

KATIA ZUNINO, arpa celtica ELIANA ZUNINO canto

LA MUSICA IRLANDESE:

ALLA RICERCA DEI SUONI PERDUTI

Un viaggio nella musica scozzeze, irlandese e bretone, alla ricerca di suoni ed atmosfere perdute.Il programma prevede brani tratti dal repertorio per arpa e voce scritto nei secoli dalle ballate di corte cantate nel Rinascimento e le danze di Playford (Rinascimento inglese), dalla musica barocca dell’area irlandese composta dagli “ultimi bardi” (T. O’Carolan,  Denis Hempson,) a melodie tratte  dalle raccolte musicali successive di Arhur O’Neill e di Charles Flaming. Infine il gruppo proporrà brani  del repertorio  tradizionale dei paesi ‘celtici’, arrangiati in una veste nuova, moderna per intraprendere con l’ascolto  un magico viaggio.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 13 Novembre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.