Il Varese suda freddo, Tripoli e Sergi lo raddrizzano

Varese-Carpenedolo 1-1. I biancorossi non sfruttano alcune buone occasioni e vanno in svantaggio. Rimasti in dieci (espulso ancora Gabionetta) arriva il pareggio su rigore

Varese-Carpenedolo è una di quelle partite che ti lasciano con un dubbio dopo il fischio finale, la classica prestazione nella quale il pari sembra il giusto equilibrio tra il rammarico per non aver sfruttato la superiorità territoriale a tratti netta e il sollievo per aver rimontato dopo lo svantaggio e l’espulsione di Gabionetta. Proprio il brasiliano continua a essere la variabile impazzita del Varese, l’uomo che in fascia inventa cose pazzesche ma poi si perde troppo spesso a specchiarsi nei propri dribbling e chiude per la seconda volta il match con un cartellino rosso. Per di più ingiustificabile. Per pareggiare la rete di La Noce quindi il Varese si è aggrappato ad alcune certezze attuali (Sergi su tutti, ma anche Del Sante) e all’outsider di lusso Pietro Tripoli, entrato in campo a mille all’ora e decisivo nel procurare il penalty che ha rimesso in piedi il Varese permettendogli di rimanere appena sotto il gruppo delle squadre di testa.

FISCHIO D’INIZIO – Consueta trazione anteriore per il Varese che ospita a Masnago il Carpenedolo. Sergi boa centrale, Gabionetta e Lepore larghi sono l’artiglieria biancorossa, con Grossi arretrato sulla linea di centrocampo. Ciulli, tecnico ospite, è costretto nel riscaldamento a sostituire il portiere Altebrando con Sentimenti per via di un’indisposizione. In attacco il Carpendedolo ritrova il bomber Malatesta. Il Franco Ossola è – come annunciato – aperto ai soli abbonati e per i primi 45’ di gioco “orfano” degli ultras, che entreranno in tribuna solo nella ripresa e senza striscioni né bandiere.

PRIMO TEMPO – Parte all’attacco il Varese che in 6’ colleziona due nitide palle gol: prima un colpo di testa di Sergi ben servito da Lepore si spegne di poco a lato, poi Gabionetta arriva in area ma si perde in un ricamo di troppo facendosi ribattere il tiro a botta sicura. Il Carpenedolo si fa vedere attorno al 10’, quando Le Noci effettua una bella discesa ma conclude in modo impreciso. I ragazzi di Lorenzini però non si spaventano e sono ancora loro a gestire la gara; al 18’ Gabionetta è bravo a infilarsi sulla linea di fondo e servire Grossi che al momento di colpire si inceppa in piena area. Masnago grida al gol al 34’ quando una staffilata di Lepore viene deviata in angolo a fil di palo; neanche il tempo di disperarsi che sul fronte opposto è Cazzamalli a sprecare un’occasione d’oro concludendo debolmente verso Lorello invece che servire un Malatesta libero alla sua sinistra. Il portiere di casa è attento al 40’ quando Chiozzolino serve bene Malatesta che si allunga e devia verso la porta, segnale che dopo l’empasse iniziale i rossoneri bresciani hanno saputo crescere sia di condizione sia nella gestione. Prima del riposo però è ancora Varese: slalom di Gabionetta e conclusione di Lepore mandata fuori da buona posizione.

LA RIPRESA – Prima del calcio d’inizio prendono posto nel consueto settore una ventina di ultras biancorossi con lo striscione “Giustizia per Gabriele”, fischiati dal resto del pubblico al primo coro estraneo alla partita. Dopo soli 5’ Lorenzini cambia Grossi e inserisce Del Sante per sfruttare meglio le sponde di Sergi. Nel frattempo già due occasioni: gran tiro di Gabionetta di poco a lato e replica di Malatesta ben bloccata da Lorello. Al quarto d’ora il Carpenedolo va in vantaggio. Gli ospiti guadagnano una punizione dai 20 metri per fallo di La Marca; sul pallone va Le Noci e inventa un destro perfetto a scavalcare la barriera che si infila a fil di palo alla destra di Lorello. Poco dopo il 20’, dopo la sostituzione di Lepore con Dos Santos, Sergi approfitta di un’indecisione tra Rossini e Lebran ma il suo potente sinistro scheggia la parte alta della traversa. Al 27’ è bravissimo Sentimenti a sventare una perfetta incornata di Del Sante sugli sviluppi di una bella punizione calciata da Dos Santos. Ancora Del Sante alla mezz’ora si intende bene con Sergi e calcia forte ma di poco alto. Al 34’ poi Gabionetta rifà la frittata: già ammonito in precedenza, protesta platealmente con l’arbitro che gli sventola in faccia il secondo cartellino giallo. Lorenzini si gioca l’ultima carta inserendo Tripoli, e la “zanzara” lo ripaga subito subendo al 36’ il fallo da rigore causato dalla carica di De Toma. Sul dischetto va Sergi che batte forte e angolato il tiro che vale l’1-1. A 4’ dalla fine si fa espellere anche Chiozzolino per un fallo da dietro su La Marca. Il Varese ci prova al 44’: ancora Tripoli punge sulla destra e mette al centro; Sergi scivola, Casisa lascia a Dos Santos ma il destro del brasiliano sfiora il palo di pochi centimetri. E’ l’ultima emozione prima del rientro negli spogliatoi, con mezzo sorriso e mezza lacrimuccia.

Varese – Carpenedolo 1-1 (0-0)

 

Marcatori: Le Noci (C) al 15’ st, Tripoli (V, su rig.) al 37’ st.

 

Varese: Lorello; Luoni (Tripoli dal 34’ st), Shakepoke, Miale, Silva; Grossi (Del Sante dal 5’ st), La Marca, Casisa; Gabionetta, Sergi, Lepore (Dos Santos dal 20’ st). All. Lorenzini. A disp.: Sampietro, Corral, Confeggi, Giovio.

Carpendolo: Sentimenti; Ruffini (Filippini dal 32’ st), Lebran, Rossini, De Toma; Fabiano, Chiazzolino, Cazzamalli, Maiolini; Le Noci, Malatesta. All. Ciulli. A disp.: Altebrando, Poltronieri, Poli, Zagari, Chiarini, Franceschetti.

Arbitro: Andolfatto di Bassano d. G. (Messina e Salvato).
Note: giornata nuvolosa, terreno in ottime condizioni. Ammoniti: Rossini, Gabionetta, Dos Santos, Maiolini. Espulsi: Gabionetta (doppia ammonizione), Chiozzolino. Spettatori: 1.500 circa.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 25 Novembre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.