Piazza Vittorio Emanuele, i progettisti al contrattacco

Gli architetti Antonio e Caterina Locati ribattono alle critiche al progetto: sull'autosilo "Affermazioni non corrispondenti alla realtà"

Riceviamo e pubblichiamo

In questi ultimi mesi abbiamo preso atto, principalmente dalla stampa, delle diverse opinioni espresse da cittadini, associazioni, partiti sulla opportunità di creare un parcheggio interrato di Piazza Vittorio Emanuele, del quale il nostro studio ha curato il progetto; in queste numerose occasioni sono state fatte anche affermazioni non corrispondenti alla realtà; chiediamo per questo di intervenire su queste pagine per riportare il dibattito su argomentazioni oggettive e corrette.

  1. Il consigliere Porfidio ha messo in dubbio che possa essere rilasciata “l’autorizzazione dei Vigili del Fuoco per un parcheggio sotterraneo di tre piani per ragioni di sicurezza; non ci sono adeguate vie di fuga”.

Il progetto è stato approvato dai Vigili del Fuoco il 16 Ottobre scorso senza osservazioni.

  1. Andrea Barcucci, di Legambiente, scrive al ministro Rutelli che “una lobby” vuole realizzare un parcheggio di 340 posti in 5 piani interrati.

L’autorimessa pubblica è progettata per 146 posti su tre piani;

  1. Nino Cuccia su Varese News scrive:

pochi investitori, che vogliono… porre sul mercato le unità immobiliari a prezzi elevatissimi, in quanto centralissime e dotate di autorimesse private ricavate da suolo pubblico

Le autorimesse private sono tutte ricavate su suolo privato.

il Comune elargirebbe grossi sconti sugli oneri di urbanizzazione

Le opere di urbanizzazione che si andranno a realizzare superano di gran lunga l’ammontare degli oneri di urbanizzazione

.i posti macchina sarebbero 305…

I posti macchina, come già detto sopra, sono 146 per il parcheggio pubblico sotto la Piazza oltre a 159 collocati nell’area di proprietà sotto i nuovi edifici; su suolo pubblico quindi sono solo 146 posti macchina pubblici

.chi è preposto al riordino di Piazza Trento Trieste. Chi sostiene le spese?

La Soceba si prende a carico l’onere per lo spostamento del monumento

Hanno dato parere negativo personalità del calibro di…

Consigliamo di rivedere l’elenco.

  1. In numerose occasioni si è affermato che il parcheggio avrebbe portato ulteriore traffico e inquinamento nel centro storico.

Nessuna auto entrerà in superficie nel centro storico, contrariamente ad ora che la Piazza è una assordante camera a gas;

L’ingresso infatti avverrà direttamente da Via Zappellini come richiesto dal Comune e le macchine raggiungeranno il parcheggio in Piazza attraverso un tunnel sotto la Via Borroni.

Per quanto riguarda l’inquinamento, i fumi delle macchine che si muoveranno in autorimessa saranno smaltiti da un impianto di estrazione dell’aria che espellerà i fumi attraverso camini posti sopra i nuovi edifici.

Per tutto quanto sopra, e per lo svolgimento di un confronto corretto, chiediamo che tutti coloro che intendano intervenire sull’argomento si documentino adeguatamente.

Una ultima considerazione: il quesito del referendum è limitato al problema del parcheggio e del monumento (a proposito del monumento, la Sovrintendenza di Milano ritiene opportuno lo spostamento in quanto non esiste un corretto rapporto di questa opera con Palazzo Cicogna, augurandosi che si trovi una nuova collocazione degna anche del suo significato simbolico), mentre non si può ragionevolmente prescindere dal considerare questi interventi (il parcheggio e lo spostamento del monumento) come parte necessaria di un intervento che riqualifica un intero ambito urbano nel centro di Busto.

E’ in questa dimensione che si deve fare un bilancio costi e benefici; a nostro avviso decisamente positivo per la città.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 20 Novembre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.