Varesotti, siamo 6mila in più dell’anno scorso

Pubblicato il rapporto della provincia sulla dinamica demografica provinciale

È stato pubblicato in questi giorni sul sito della Provincia di Varese il rapporto “La dinamica demografica in provincia di Varese tra il 2000 e il 2006” realizzato dall’Osservatorio Provinciale sulle Politiche Sociali.
Il rapporto illustra le principali caratteristiche quantitative e strutturali della popolazione residente in provincia di Varese, prendendo in considerazione un arco temporale che va dal 2000 al 2006.
Sono stati presi in considerazioni variabili quali: il genere, la provenienza, l’età e le principali caratteristiche dei nuclei familiari, con particolare riferimento alla distribuzione sul territorio e alle dinamiche recenti.
Il rapporto è inoltre corredato di numerose tavole statistiche, che integrano i dati di livello più analitico che sono consultabili in serie storica direttamente sul sito internet della Provincia.
Dai dati emerge che al 31 dicembre 2006 i residenti in provincia di Varese erano 855.399, 6.826 più dell’anno precedente, con un incremento dello 0,8%, leggermente superiore a quello medio regionale.
Poco meno di un quarto della popolazione provinciale risiede nei comuni più piccoli, con meno di 5.000 abitanti, mentre nei due soli comuni con più di 50.000 abitanti (Varese e Busto Arsizio) è insediato circa un quinto dei residenti in provincia.
Per il terzo anno consecutivo, grazie alla ripresa della natalità, si registra in provincia di Varese un saldo positivo tra il numero dei nati e quello dei  morti, anche se il maggior contributo alla crescita complessiva del numero di residenti è dato ancora dal saldo migratorio. Circa il 6% della popolazione residente è di origine straniera.
Nonostante l’incremento numerico delle classi di età più giovani, persiste la tendenza all’invecchiamento della popolazione. Il 20% dei residenti in provincia di Varese ha infatti più di 65 anni e il 9% ne ha più di 75.
 «Con questo rapporto – ha affermato l’assessore alle Politiche Sociali Christian Campiotti – aggiungiamo un altro strumento alla “cassetta degli attrezzi” che la  Provincia mette a disposizione degli operatori sociali, ma anche degli Enti o i Privati che a vario titolo, per una progettazione più efficace di interventi in campo sociale e non solo, vogliano conoscere quali sono le principali caratteristiche della domanda potenziale di servizi sul nostro territorio”.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 09 Novembre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.