Venerdì nero per chi deve viaggiare

Il 30 novembre tutta Italia sarà bloccata dallo sciopero generale di aerei, treni, navi, bus e metro, lavoratori del soccorso stradale, delle autostrade, dell'Anas e del trasporto su gomma

Si annuncia un venerdì nero che più nero non si può il prossimo 30 novembre. Tutti a piedi: si fermeranno per lo sciopero generale aerei, treni, navi, bus e metro, lavoratori del soccorso stradale, delle autostrade, dell’Anas e del trasporto su gomma. Il tentativo in extremis per evitare l’astensione dal lavoro di ieri, 27 novembre, è fallito. Il Governo, in particolare il ministro Alessandro Bianchi, riproverà ad aprire la trattative, ma i margini sembrano essere limitatissimi.  

Lo sciopero, proclamato da tutte le sigle del comparto trasporti, bloccherà per otto ore, dalle 9 alle 17, i treni (in sciopero anche le attività di supporto, dalle pulizie alla ristorazione). In Lombardia LeNord garantisce treni regolari nelle fasce di punta del mattino e della: i convogli circoleranno infatti dalle 6 alle ore 9 e dalle 16.30 a fine servizio. Ritardi potranno comunque verificarsi alla ripresa del servizio. Per quanto riguarda il solo Malpensa Express, saranno istituite corse sostitutive senza fermate intermedie durante l’orario dello sciopero con partenze agli stessi orari del treno. Il capolinea degli autobus sarà in via Paleocapa 1 (zona Stazione Cadorna). Gli autobus di FNM Autoservizi, che opera servizi di trasporto extraurbano nelle province di Milano, Como, Varese e Brescia, saranno invece garantiti dalle 6 alle 9 , dalle 12.30 alle ore 15.30 e dalle 20 a fine servizio. Per maggiori informazioni, sono a disposizione il Customer Care di Milano Cadorna, aperto tutti i giorni dalle 7 alle 20 (i festivi dalle 8 alle 20), il call center 199 151 152, operativo tutti i giorni 24 ore su 24 e il sito internet fnmgroup.it/orario, vedranno dimezzati i turni di lavoro. 

Gli addetti alla circolazione dei treni e navi traghetto Fs incroceranno le braccia per otto ore dalle 9 alle 17 e il restante personale per l’intera giornata. Il trasporto pubblico locale si fermerà per otto ore, secondo le diverse modalità previste a livello locale. Nel comparto aereo, il personale turnista e gli addetti ad attività operative o navigante sciopereranno per quattro ore (dalle 11 alle 15) e il restante personale nelle ultime quattro ore del turno di lavoro. Sea, società che gestisce gli scali milanesi, invita i passeggeri a contattare la propria compagnia aerea per ricevere informazioni sull’operatività del volo. Le informazioni in tempo reale sulla situazione operativa degli aeroporti di Malpensa e Linate, saranno a disposizione sul sito Internet di SEA www.sea-aeroportimilano.it, su Mediavideo (Canale 5, Rete 4 e Italia 1) dalla pagina 520, su Televideo (RAI 1 e RAI2) dalla pagina 615, nonché chiamando il Call Center SEA al numero 02 74852200.

 

Il personale turnista delle Autostrade si asterrà dal lavoro dalle 2 alle 6, dalle 10 alle 14 e dalle 18 alle 22, mentre il personale giornaliero nelle ultime quattro ore della prestazione.

Lo sciopero nel trasporto aereo è stato indetto dalle principali sigle sindacali contro i tagli alle risorse destinate al settore: secondo i sindacati, che hanno fatto slittare lo sciopero previsto in un primo tempo per il 22 novembre scorso, la situazione di Alitalia è simbolo della crisi e dell’immobilismo delle istituzioni. In una fase delicata come quella in corso, con la privatizzazione della compagnia alle battute decisive, i sindacati hanno voluto dare un segnale al Governo. A questo si aggiunge la protesta delle sigle territoriali, che scioperano per rivendicare l’imprescindibilità di Malpensa nel quadro di una necessaria e auspicata revisione dell’intero sistema aeroportuale italiano.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 28 Novembre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.