Acido nel lago, parte la bonifica

Normali i livelli di ph nella roggia in cui si è sversato il periocoloso liquido. Il sindaco Bielli punta il dito contro l'azienda di trasporti

L’acido solforico e la soda caustica fuoriusciti dai fusti a Taino ieri sono finiti nel lago Maggiore ma è ancora presto per capire quali e quanti danni possa aver causato. Il sindaco di Taino, il giorno dopo il ribaltamento da un camion dei fusti in via Sist, conta i danni  dell’incidente con preoccupazione e si chiede se quel trasporto fosse in regola: «Mi chiedo se sia possibile far viaggiare un camion che trasporta sostanze così pericolose senza che i fusti siano fissati in maniera adeguata – si domanda Gianluigi Bielli – questa volta è andata bene, almeno in apparenza, ma attendiamo i risultati dell’Arpa che ha fatto i prelievi. Abbiamo chiesto ai Carabinieri di verificare che quel trasporto fosse in regola».

Dai controlli eseguiti dall’amministrazione questa mattina i livelli di Ph dell’acqua nella roggia colpita dai liquidi chimici appaiono normali, segno che ormai il tutto è finito a lago. Secondo l’azienda incaricata di bonificare l’area una porzione di terreno, inoltre, è stata inquinata dall’acido e andrà bonificata tramite il raschiamento di uno strato profondo almeno 15 cm. Per capire meglio quali siano le conseguenze dell’inquinamento si dovrà comunquie attendere i risultati delle analisi dell’Arpa.

Galleria fotografica

Camion ribaltato a Taino 4 di 7
Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 17 Gennaio 2008
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Camion ribaltato a Taino 4 di 7

Galleria fotografica

Fuoriuscita di acido solforico 4 di 16

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.