Formigoni: “La Rai deve portare a Milano programmi e una rete”

Il Presidente della Regione illustra in un'intervista a Prima il suo progetto per la comunicazione. Promettendo anche banda larga per tutti

Se la Lombardia porta alla Rai tre milioni e mezzo di abbonati, allora la Rai deve qualcosa a questa regione. Questo è il semplice sillogismo alla base dell’intervista rilasciata oggi dal presidente della Regione Roberto Formigoni a "Prima Comunicazione", che probabilmente riaprirà l’attenzione su un annoso dibattito.

Nel testo Formigoni parla del suo disegno di legge "Disciplina del sistema regionale delle comunicazioni", che tra televisione, multimedialità e telecomunicazioni prevede anche un nuovo rapporto con la tv di stato. La richiesta è quindi di portare a Milano non solo la produzione di alcune trasmissioni televisive, ma la vera e propria creazione di queste.

Tra le righe, quindi, si parla già di un’edizione in più del Telegiornale Regionale, ma anche di programmi attenti al capitale umano, alla competitività e all’apertura al mondo. Insomma, tutto quello che può derivare da un occhio "milanese" sul paese.

La posizione non è nuova, ma è stata semplicemente espressa in modo più articolato. Già lo scorso quattro dicembre la Regione si era detta pronta a sottoscrivere un contratto di servizio con la Rai, promettendolo anche ad emittenti private.

Nel suo nuovo progetto di legge, inoltre, fa parte anche la lotta al digital divide promettendo, come ormai si fa spesso, la copertura con banda larga sull’intero territorio. Ma, per ottenere questo, secondo il presidente occorrerebbero nuovi strumenti legislativi di supporto. E, se la situazione lo richiederà, ci potranno essere anche finanziamenti pubblici.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 18 Gennaio 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.