Il secondo termovalorizzatore va discusso

Ruggero Lombardi, consigliere provinciale Udc a Milano, commenta la proposta di costruire un secondo impianto in provincia

 Riceviamo e pubblichiamo



«Non credo sia opportuno l’accostamento tra l’attuale situazione di
emergenza rifiuti a Napoli ed una futuribile situazione milanese» così il
Capogruppo Udc in Provincia Ruggiero Lombardi commentando alcuni titoli apparsi
oggi sui quotidiani.

«Ciò detto –
continua Lombardi – nel corso del dibattito relativo all’approvazione del Piano
provinciale Rifiuti, l’Udc ha più volte sottolineato come la mancanza di
chiarezza della maggioranza di centro sinistra sulla necessità di realizzare
almeno un nuovo impianto di termovalorizzazione è un elemento negativo da
superare al più presto».


«Certamente – conclude il Capogruppo Udc Lombardi – occorrerà costruire
i nuovi termovalorizzatori mettendo in campo le migliori tecnologie disponibili
per abbattere le sostanze inquinanti e da questo punto di vista saranno di
grande aiuto le indicazioni proposte dall’Udc nel Piano Rifiuti ed approvate
all’unanimità dal Consiglio Provinciale».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 09 Gennaio 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.