Ancora polemiche su via Vittorio Veneto: «Da un anno senza collaudo»

I consiglieri di minoranza chiedono come mai a distanza di un anno dall’inaugurazione vi siano ancora lavori. Il Comune: «Riscontrate anomalie da sistemare»

«Il collaudo di Via Vittorio Veneto non è ancora stato effettuato perché la Seprio Servizi ha rilevato delle anomalie nella corretta esecuzione dei lavori». È quanto si legge nella risposta scritta che ha dato l’assessore anziano, Filippo Renna, all’interrogazione presentata dai consiglieri comunali sulla via principiale di Abbiate Guazzone, da tempo “in cantiere” e oggetto di polemiche, sia per la lunghezza dei lavori, sia per come sono stati eseguiti.
Nell’interrogazione, Giuseppe Scrivo, Luigi Luce e Piergiorgio Campanini chiedevano di «conoscere come mai per un’opera molto onerosa per le casse comunali tradatesi, a distanza di un anno sia stato necessario un radicale intervento. Ricordiamo infatti che la via è stata inaugurata nel luglio del 2007».

Nella risposta scritta l’assessore Renna spiega che la Seprio ha rilevato delle anomalie nell’esecuzione dei lavori e che quindi erano stati disposti «il rifacimento di alcuni tratti di pavimentazione». Opere che sono state eseguite nel luglio 2008.
«Al momento del collaudo dei lavori – prosegue Renna – potranno essere applicate le eventuali penali a carico dell’impresa a tutela dell’immagine e dell’interesse Comune. Analogamente il collaudatore potrà evidenziare anomalie nei comportamenti della direzione dei lavori e proporre eventuali provvedimenti».
«Il Comune non ha risposto completamente alla nostra interrogazione – prosegue il consigliere Campanini -, deve ancora farci sapere il nome del direttore dei lavori. Non capisco perchè non lo vogliano dire».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 agosto 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore