Due grandi sponsor per la maglia del Varese

Presentati i nuovi sostenitori della società biancorossa. Sono il costruttore Claudio Salini e la Pulirapida cui si aggiunge il gruppo Pellegrini. Mercato: Casisa in prestito al Canavese, arrivano i giovani Gianola e Mancini

Asfaltare gli avversari e fare piazza pulita di chi si para sulla strada del Varese di mister Sannino. A volerla buttare sull’ironia si può riassumere così il doppio colpo del presidente Antonio Rosati che oggi pomeriggio (venerdì 24) ha presentato i due sponsor che firmeranno le maglie biancorosse nella stagione del centenario.
A legarsi al Varese sono state due aziende di rilevanza nazionale ma legate al territorio provinciale: la Ing. Claudio Salini e la Pulirapida. Romana la prima, marchigiana la seconda, operano rispettivamente nel settore delle grandi costruzioni (compreso il raddoppio dell’Arcisate-Stabio il cui cantiere è stato inaugurato in mattinata) e in quello della pulizia e dei servizi (tra i clienti anche Comune e Asl di Varese). Una bella soddisfazione per Rosati e per l’amministratore delegato Enzo Montemurro che possono tirare un sospiro di sollievo e guardare al futuro con meno preoccupazioni rispetto allo scorso anno. «Arrivare ad avere due sponsor di maglia prima di agosto è importante e ci può permettere un maggior margine di manovra sul mercato, anche se come noto questi soldi non coprono certo tutte le spese» ha spiegato un Rosati decisamente votato al sorriso. Bocche cucite sull’importo del contratto annuale firmato dalle due aziende, anche se il presidente ha puntualizzato come «Il versamento di Salini e Pulirapida sarà legato sia ai risultati sportivi, sia al seguito che il club riuscirà ad avere nel corso dell’anno».
Ai due main sponsor (Salini è il principale) si è inoltre aggiunto il Gruppo Pellegrini, di proprietà dell’ex presidente dell’Inter Ernesto «che cerchiamo di farlo ri-appassionare al calcio» secondo i vertici biancorossi, che lo hanno coinvolto anche grazie alle iniziative in cantiere per il centenario del Varese.

Chiamati a raccontare le proprie attività, i due sponsor non hanno mancato l’occasione per qualche battuta. «Siamo un’azienda di Serie A, vogliamo che il Varese cominci con il conquistare la B» si è lasciato scappare Claudio Salini, che ha poi scherzato sulle proprie qualità calcistiche: «e se mi fanno giocare ce la faremo». Più prudente invece Mauro Papalini di Pulirapida: «Siamo un’azienda in crescita, soprattutto in Lombardia, e ci auguriamo che la squadra di calcio segua il nostro trend positivo».
Bei nomi, ma nessuno targato Varese, come qualcuno ha fatto subito notare. «La porta è sempre aperta, ci mancherebbe – ha chiosato Montemurro – ma se non arriverà nessuno, faremo a meno degli imprenditori varesini. Oggi presentiamo due aziende importanti, ci auguriamo che qualcuno segua il loro esempio: spazio per farsi conoscere con la squadra c’è per tutti».

CASISA AL CANAVESE – L’arrivo degli sponsor non ferma però il mercato. Il borsino odierno parla di due nuovi arrivi (oltre a Carrozza, già annunciato qualche giorno fa) e di una partenza. Iniziamo da quest’ultima perché ci sembra giusto dedicare un applauso a Giuseppe Casisa (nella foto), perno del centrocampo per due stagioni che verrà dato in prestito ai piemontesi del Canavese. In arrivo invece due talenti in erba: si tratta del 19enne Francesco Mancini prelevato dalla Primavera della Lazio e del 20enne Giorgio Gianola, da quella del Milan.

SPECIALE MERCATO

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 luglio 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore