Week-end tra sacro e profano a Cassano Magnago

Domenica 31 gennaio si è consumato il tradizionale rito della Giobia e per la festa patronale di san Giulio la statua del santo è stata portata a braccia dagli alpini per la città

Week-end tra sacro e profano a Cassano Magnago. Domenica 31 gennaio si è consumato il tradizionale rito della Giobia: la vecchia è stata bruciata nell’area Ex Fornace di Sant’Anna alla presenza di tanti cassanesi, grandi e piccini, allietati dai giochi organizzati dalla Pro Loco del paese. Prima, in occasione della festa patronale di San Giulio, grande festa e celebrazione religiosa nella basilica della città alla presenza di monisgnor Luigi Manganini, arciprete del Duomo di Milano e del parroco cassanese don Gabriele Gioia. Monsignor Manganini si è appellato ai cittadini, invitandoli a favorire il più possibile l’integrazione tra i popoli. Al termine della celebrazione, la statua del santo e la reliquia è stata portata in giro per la città dagli alpini.

Galleria fotografica

La Giobia a Cassano Magnago 4 di 8
Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 01 Febbraio 2010
Leggi i commenti

Galleria fotografica

La Giobia a Cassano Magnago 4 di 8

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.