“Alex morì perché c’era un ostacolo sulla strada”

La famiglia del ragazzo coinvolto in un incidente fatale in moto lo scorso 3 luglio si è rivolta a un perito che ha formulato un'ipotesi per spiegare il sinistro

La famiglia di Alex Gottini sta cercando qualcuno che abbia visto l’incidente del 3 luglio scorso in cui morì il giovane 29enne di Saltrio. Perché fino a questo momento, l’incidente è avvolto nel mistero. Alex, di professione meccanico, stava tornando a casa a mangiare: erano le 13, percorreva una strada che conosceva a memoria. Uscì di strada dopo una semicurva, tenne la moto ancora per trenta metri, poi urtò un cartello, infine cadde e perse la vita.

Era sposato, conosciuto in paese, ma soprattutto era molto esperto. “Era quasi un pilota professionista” dice Silvia Gottini, la sorella, che continua a cercare la verità. Sì, perché il fascicolo per adesso è fermo a una sola evidenza, e cioè che fece tutto da solo,e senza testimoni.

Ed ecco il punto che non convince i familiari, che hanno incaricato un perito di parte, e fatto realizzare una perizia cinematica, che arriva a una conclusione: «C’era una turbativa sulla strada – spiega silvia Gottini – la moto fece una traiettoria illogica perché ci doveva esser qualcuno o qualcosa sulla carreggiata, ma finora non è emersa alcuna testimonianza che possa aiutare a far luce sull’episodio. Noi però non ci arrendiamo, vogliamo rilanciare un appello perché se c’è qualcuno che ha visto qualcosa possa mettersi in contatto con noi».

Per chi volesse dare informazioni alla famiglia può scrivere direttamente alla redazione di Varesenews, redazione@varesenews.it , inserendo nell’oggetto il nome del ragazzo. Le informazioni saranno consegnate ai famigliari.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 novembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore