Sfruttava connazionali per farle prostituire ma a Malpensa accompagna ciechi

La Polaria dello scalo varesino ha fermato una donna cinese sulla quale pendeva un provvedimento di custodia cautelare del tribunale di Avellino. Risultava accompagnatrice di un non vedente

E’ stata arrestata dalla squadra investigativa della Polizia di Frontiera di Malpensa Shi Qiu Tong, una cinese 46enne sulla quale pendeva un provvedimento di custodia cautelare emesso dal giudice per le indagini preliminari del tribunale di Avellino per associazione a delinquere dedita allo sfruttamento e al favoreggiamento della prostituzione. L’arresto è avvenuto nello scalo varesino quando la donna, venerdì scorso, è atterrata con un volo provenienti da Pechino via Dubai. La donna è accusata di aver instradato alla prostituzione diverse giovani donne cinesi facendole esercitare all’interno di alcuni appartamenti della città campana.

Shi Qiu Tong si è presentata al controllo passaporti come accompagnatrice di una persona non vedente ma la situazione non ha tratto in inganno gli agenti della Polaria che, dopo un’attenta verifica, appuravano che la stessa era la promotrice di questo vasto giro di prostituzione. Ora la donna si trova nel carcere di Monza a disposizione del magistrato inquirente. Nel corso della settimana sono stati rintracciati 15 cittadini stranieri dei quali 9 sono stati respointi perchè sprovvisti di sufficienti mezzi per il sostentamento ed idonea documentazione sullo scopo del soggiorno. Altri sei, tutti ugandesi e congolesi, sono stati trovati in possesso di documenti falsi ma hanno presentato istanza di asilo politico. Diversi anche i cittadini stranieri in transito versi altri paesi dell’Unione Europea in possesso di documenti falsi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 novembre 2010
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore