Minaccia di dar fuoco al Comune, arrestato

Un 46enne italiano ha chiesto sgravi fiscali e aiuti economici: vistoseli rifiutare, ha dato fuori di matto ed è tornato a Palazzo Borghi con una tanica di benzina

Momenti di tensione e panico questa mattina a Gallarate. Al palazzo comunale di via Verdi 2 si è presentato un uomo di 46 anni chiedendo che gli fossero concessi sgravi fiscali e aiuti economici per la condizione di indigenza nella quale si trovano lui e la sua famiglia. Vistosi rifiutare quanto chiesto, ha cominciato a urlare e sbraitare finché non gli è stato concesso un incontro con il primo cittadino di Gallarate Edoardo Guenzani: non contento dell’incontro col sindaco, l’uomo se ne è andato minacciando ritorsioni e gesti eclatanti. In effetti è tornato a Palazzo Borghi intorno alle 13 con una tanica di benzina e si è nuovamente messo a urlare, accendendo un fiammifero e minacciando di darsi fuoco dopo aver bruciato il Comune. Fortunatamente è stato fermato dagli agenti della Polizia Locale e dai Carabinieri presenti sul luogo: il 46enne, un italiano, è stato arrestato per minacce a pubblico ufficiale e contro l’amministrazione pubblica.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 12 Settembre 2011
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.