Busto travolgente, Castellanza fa l’impresa

Gorla annientata nel derby del PalaYamamay, mentre Villa Cortese costringe Villata al tie break. In B2 Gobbo Allestimenti di lusso contro Trecate, Cislago espugna Galliate al fotofinish

La Unendo Yamamay torna in campo dopo un mese di sosta e fa subito la voce grossa: dominato dal primo all’ultimo punto il derby con la Grima. Le gorlesi pagano un pesante tributo alla sfortuna (fuori Pagnin) ma in campo sono davvero troppo arrendevoli, mentre Busto vola sempre più in alto. A rubare la copertina alle “farfalline” c’è però l’impresa di Castellanza, che stende addirittura in tre set Trecate, una delle favorite del campionato di B2; bene anche Cislago, vittoriosa al tie break sul campo di Galliate. Tornando nella categoria superiore, brilla Villa Cortese, che si arrende solo al quinto set contro Villata dopo essere stata in vantaggio 2-1; domenica da dimenticare invece per Orago, che alza subito bandiera bianca a Chieri.

Unendo Yamamay Busto Arsizio-Grima Gorla Maggiore 3-0 (25-13, 25-17, 25-13) – Doveva essere il match più interessante della giornata e invece si esaurisce in poco più di un’ora: la Unendo Yamamay annienta letteralmente la Grima, su cui pesa come un macigno l’assenza di Pagnin, fuori causa per l’influenza. Le bustocche forzano molto la battuta, commettendo diversi errori ma trafiggendo la disastrosa ricezione ospite, e il resto lo fanno il muro (8 della coppia Piazza-Tonello) e una Degradi in stato di grazia. Risultato: il primo set vola via un soffio, dall’8-5 al 13-7, poi 16-10 e 20-11 prima dell’ovvia conclusione sul 25-13. Poco cambia quando Gervasoni sostituisce una spentissima Casprini con Cortellezzi: nel secondo set Busto vola subito 9-4, Gorla ha una timida reazione proprio con Cortellezzi per il 14-11, ma poi incassa il 18-12 di Taborelli e il 20-13 di Angelina. Chiusura in scioltezza di Degradi. Per il terzo set basta un dato: un solo punto in attacco per la Grima, più due ace di Causevic e 10 errori avversari. Il punteggio è eloquente: 5-1, 10-4, 16-7, 21-8, finché Taborelli sigla il 25-13 e manda tutti a casa.
Più che soddisfatto Matteo Lucchini: “Volevo chiuderla subito perché sapevo che giocatrici così esperte possono fare dei brutti scherzi”. Sorride anche Alice Degradi, reduce dalla bella esperienza in nazionale Prejuniores: “Era tanto che non giocavamo in campionato, eravamo molto motivate e avevamo tanta voglia di scendere in campo. Credo che abbiamo sfruttato bene i nostri punti deboli. L’azzurro? Sono contenta, è un modo per mettersi alla prova e capire il livello delle altre nazioni”.
BUSTO: Prandi 1, Taborelli 13, Piazza 7, Tonello 9, Angelina 12, Degradi 14, Spirito (L). N.e. M’Bra, Ghezzi, Varone, Cornelli, Giani. All. Lucchini.
GORLA: Accoto, Casprini 1, Fasoli 3, Moraghi 2, Massara 1, Causevic 5, Garzonio (L), Cortellezzi 2. N.e. Giorgianni, De Angelis, Guarino. All. Gervasoni.

Asystel Carnaghi Villa Cortese-Vigneti V.Roncati Villata 2-3 (26-24, 18-25, 25-16, 14-25, 10-15) – Bella impresa di Villa che tiene testa fino all’ultimo all’ambizioso Villata, conquistando un punto preziosissimo. Con Perinelli ancora in panchina, la squadra di Bardelli è in difficoltà in avvio (dal 7-8 al 7-13) ma sul 14-20 trova un controbreak importante per il 20-21. Il set sembra chiuso sul 21-24 ma le biancoblu, con un’ispiratissima e cercatissima Sylla (73 attacchi per lei!), annulla i tre set point, se ne procura uno a sua volta e chiude a muro 26-24. Villata reagisce e domina il secondo set (11-14, 13-20) ma nel terzo, dopo l’iniziale 4-6, è Villa a scappare con Sylla (13-10) e Danesi (16-12), fino a chiudere 25-16. Quarto set ancora a senso unico, stavolta per le ospiti che si portano subito sul 7-12 con il muro di Mo, poi 11-16 e 13-24. Si va al tie break e qui le biancoblu sembrano poter chiudere: mani-out di Sylla per il 7-4. A questo punto però la battuta di Rinaldi (due ace) vale un micidiale 0-8 che decide la gara e consegna a Villata l’ottavo successo di fila.
VILLA: Rosso 7, Garbarini 3, Danesi 13, Figini 8, Ferrara 8, Sylla 27, Bonvicini (L), Perinelli, Redaelli, Ruben. All. Bardelli.

Famila Habimat Chieri-Asystel Carnaghi Orago 3-0 (25-10, 25-13, 25-16) – Orago incappa in una delle peggiori prestazioni stagionali e si arrende senza lottare a Chieri. Ancora priva di Piani, rientrata solo sabato in Italia, le varesine non entrano mai in partita a cominciare dall’8-1 che apre l’incontro: basti pensare che per vedere il primo punto di Napodano bisogna aspettare il secondo set e che in totale i punti diretti messi a segno dalle ospiti sono appena 16 in tre set. Chieri ringrazia e conquista una vittoria preziosa per la sua classifica, mentre la squadra di Moscato resta al palo.
ORAGO: Di Maulo 2, Tosi 3, Peonia 2, Guerini, Napodano 7, Ulaj, Della Canonica (L), Cane 2, Gamba, Stefani, Cerri, Castiglioni (L). All. Moscato.

Girone A – Risultati e classifica

B2 FEMMINILE – Quinta vittoria nelle ultime sei partite e più 8 sulla zona retrocessione: i numeri dicono molto, ma non tutto sullo splendido successo della Gobbo Allestimenti Castellanza, arrivato contro un’avversaria di spessore come l’Agil Trecate. Finora solo la capolista Casale era stata capace di lasciare a zero le novaresi: Castellanza ha ripetuto l’impresa con un secco 3-0 (25-21, 25-20, 25-23) che segna senza alcun dubbio il punto più alto della stagione neroverde. Primo set tutto a favore delle neroverdi, che fanno la differenza con un parziale di 7-0 sul turno di battuta di Zingaro; dall’8-5 si passa al 16-12, poi Castellanza contiene il ritorno delle avversarie (21-19) e va a chiudere sul 25-21. Stesso copione nel secondo set: 5-8 in avvio, va in battuta Bianchi – tra le migliori – e trascina le sue al 16-11 (break di 8-0). Ballardini, entrata al posto di Comini, dà il suo contributo con 8 punti per il 21-17 e il 25-20. Nel terzo set arriva la reazione di Trecate, che guidata dall’ex Cagnoni si porta sul 5-8; Castellanza risponde per il 16-14, le ospiti provano ancora a scappare (19-21) ma vengono raggiunte sul 22-22, e il finale è tutto neroverde.
Di prestigio anche il risultato ottenuto dal Cistellum Cislago, prima squadra in questo campionato a espugnare il campo di Galliate: in vantaggio di due set, le ragazze di Nastasi rischiano di subire la rimonta avversaria, ma al tie break trovano le forze per invertire la tendenza e portano a casa il 2-3 (25-27, 18-25, 25-23, 25-14, 13-15). Bella la rimonta nel primo set (da 14-8 a 18-19) mentre nel terzo è il Cistellum a farsi riprendere dal 18-21; il tie break, però, si apre con un parziale di 3-8 di cui Cislago, pur soffrendo, riesce a far tesoro fino al termine.

Girone A – Risultati e classifica

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 14 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.