Varese-Brescia, un recupero di lusso

Il derby lombardo rinviato a Santo Stefano si gioca martedì 22 dalle 18,30 a Masnago. Castori teme i rivali ma ha pronta la contromossa: «Loro hanno maggiore qualità, noi dovremo alzare il ritmo»

L’antipasto di 8′ con il Grosseto non può essere considerato il primo vero impegno ufficiale del Varese in questo neonato 2013. Per capire che anno sarà, gli indovini potranno quindi osservare l’andamento del recupero che vede opposti i biancorossi e il Brescia, gara che si disputa alle 18,30 di martedì 22 e che vale un posto al sole della Serie B. Le Rondinelle infatti, dopo una partenza preoccupante, hanno pian piano risalito la china e ora si trovano a quota 31 punti, due sole lunghezze in meno della squadra di Castori che ha appena incassato il "bonus" del match con i maremmani.

RITMO CONTRO QUALITA’ – Il tecnico marchigiano sa che il confronto con la squadra di Calori è di assoluto prestigio e rende omaggio agli avversari anche per avvisare i suoi uomini della pericolosità dei rivali. «Il Brescia è una delle squadre più forti di questo campionato, e quindi quello di martedì è un esame di grande importanza per noi» spiega Castori subito dopo la rifinitura, svoltasi sul sintetico di Gavirate. «Per prima cosa dovremo aggredire i nostri avversari che sono formazione molto pericolosa quando può condurre il gioco: hanno giocatori di grande qualità e quindi dovremo metterli in difficoltà sul piano del ritmo». A livello di singoli, i due attaccanti ospiti fanno paura (vedi sotto) ma Castori non si ferma a Caracciolo e Corvia: «Non ci sono solo i grandi nomi: dovremo fare attenzione a tutto il complesso perché gente come Zambelli, Daprela, Budel, tanto per citare qualche giocatore, sono tra i migliori nel loro ruolo». Quel che il mister biancorosso non vuole sentir dire è la catalogazione della partita nel file dei "match chiave": «La nostra classifica parla da sola: ci siamo costruiti questa posizione nell’arco di 20 partite e diversi mesi e quindi il match con il Brescia non è certo quello della svolta».
Di certo c’è la curiosità di vedere all’opera due squadre ferme da tempo, visto che come detto in apertura il mini-test con il Grosseto conta fino a un certo punto: «Né noi né loro saremo al 100%, questo è evidente – prosegue Castori – Loro avranno comunque maggiore qualità e quindi il Varese dovrà metterla sul piano del ritmo e quindi di essere se stesso. Dovremo fare le cose che più rientrano nelle nostre corde».

DUBBIO IN FASCIA? – Partito Nadarevic, che si trova in Serie A ma è finito in un Genoa in pieno caos, Castori deve decidere chi schierare sulla fascia sinistra, forse l’unica posizione per la quale è aperto un ballottaggio. Il tutto a meno di sorprese, visto che il tecnico è sì un abitudinario per l’undici iniziale ma qualche volta si diverte a spiazzare le ipotesi della vigilia. Difficile, per dire, che parta titolare Oduamadi (foto a lato) ormai inserito in gruppo ma senza la condizione per disputare una partita intera; il favorito per l’ala mancina pare dunque essere Kink però l’idea Scapuzzi è abbastanza solleticante. «Può fare l’esterno e d’altra parte giocava lì nel 4-3-3 del Milan Primavera» abbozza Castori che però non si sbilancia di più. Le certezze riguardano gli assenti: Carrozzieri è squalificato (effetto della prima parte della gara con il Grosseto: le decisioni del giudice sono arrivate ora), Eusepi ha la febbre mentre Tripoli, Damonte e Struna sono infortunati. Fermo anche Momenté che ha dolori a un ginocchio, ma non è da escludere che sia rimasto a riposo anche per un possibile movimento di mercato visto che è richiesto dal Crotone.

JUAN ANTONIO, SI ASPETTA – A proposito della sessione invernale delle compravendite, non si registrano grandi novità di giornata, tanto che sia Milanese sia Montemurro sono rimasti a Gavirate per poi seguire la squadra in ritiro. Piuttosto non convince la posizione di Juan Antonio, sempre accostato al Varese ma ancora in rosa alla Samp. Le società e il giocatore si sono parlati a lungo ma lo stipendio versato dai blucerchiati sul conto in banca dell’argentino resta troppo alto per essere coperto dalle casse biancorosse. La trattativa resta quindi in sospeso: potrebbe anche sbloccarsi presto ma la sensazione è che si trascinerà ancora per qualche tempo.

LO SPAURACCHIO – Lo chiamano "l’Airone", un po’ per le movenze un po’ per l’esultanza diventata vero e proprio marchio di fabbrica. Andrea Caracciolo, classe ’81, è il punto di forza di un attacco stellare: con lui c’è infatti Daniele Corvia, 29 anni, stellina delle giovanili della Roma mai veramente brillante come ci si poteva aspettare. Caracciolo tra l’altro vanta la bellezza di 58 reti in Serie A sia con la maglia delle Rondinelle sia con quelle di Perugia, Palermo, Samp, Genoa e Novara; prodezze cui vanno affiancate quelle realizzate in Coppa Italia e addirittura in Uefa (2) quando giocava con i siciliani. Bottino che gli è valso anche due presenze con la nazionale maggiore.
Lui e Corvia hanno fatto finora 12 gol, trascinando il Brescia a ridosso delle prime. Occhio a loro due e si baby terribili Pucci e Mitrovic, due cambi di primo livello.

Varese – Brescia (Probabili formazioni)

Varese (4-4-2): Bressan; Pucino, Rea, Troest, Grillo; Zecchin, Corti, Kone, Kink (Scapuzzi); Neto Pereira, Ebagua. All. Castori.
Brescia (4-3-1-2 ): Arcari; Zambelli, Salamon, De Maio, Daprela; Lasik, Budel, Bouy; Saba; And. Caracciolo, Corvia. All. Calori.
Arbitro: Irrati di Pistoia (Chiocchi e Di Iorio – IV° uomo Pairetto).

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 21 Gennaio 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.