Internazionalizzare è un’opportunità se si superano i problemi

All'incontro dei Molini Marzoli hanno partecipato molti imprenditori. Tra i relatori erano presenti professionisti del territorio e del network Kpmg di Roma e Milano

Ottima partecipazione, con oltre 160 presenze in sala, al seminario  "Internazionalizzazione: opportunità e problematiche" tenutosi ai Molini Marzoli (Tecnocity) di Busto Arsizio.
Tra i partecipanti molti professionisti del territorio ma anche moltissimi imprenditori, uomini di azienda e rappresentanti del mondo bancario oltre a presenze istituzionali quali la senatrice Erica D’Adda.
Visto il sempre maggior numero di nostre imprese che sono impegnate su altri mercati o si accingono a farlo, l’incontro, moderato da Ivan Spertini di Kpmg, ha toccato alcuni aspetti riguardanti l’internazionalizzazione che devono essere conosciuti dal professionista ma soprattutto dall’imprenditore e dal manager aziendale.
Se l’internazionalizzazione per le imprese fino a qualche anno fa era una semplice opportunità oggi, ormai, è una necessità .Il taglio del seminario quindi non è stato solo di carattere tecnico ma anche pragmatico, adatto quindi a chi deve gestire l’azienda e deve tener conto di questi aspetti nelle sue scelte quotidiane.
Tra i relatori erano presenti professionisti del territorio e del network Kpmg di Roma e Milano. Ha inoltre partecipato il sindaco di Busto Arsizio, Gigi Farioli, che ha fatto un intervento introduttivo ricordando la vocazione storica all’export dell’Altomilanese..
Il tema degli strumenti per la crescita, quali minibond e cambiali finanziarie è stato affrontato da Giuseppe Moretti che ha partecipato a molte delle emissioni già effettuate. Dopo averne descritto gli aspetti principali, ha sottolineato il prevedibile sviluppo dei modi di finanziamento in linea con quanto già succede in molti altri paesi sviluppati.
Sabrina Pugliese ha invece trattato gli aspetti legali relativi all’internazionalizzazione, indicando i punti di cui non ci si deve dimenticare quando si costituisce una realtà o si sottoscrive un contratto all’estero e descrivendo le specificità dei vari paesi a partire da Cina e India, fino a Perù e Indonesia.
Il transfer pricing è stato un argomento affrontato da Roberto Ianni che non si è limitato a descrivere le “technicalities”, ma ha ricordato alla platea l’importanza di considerare sempre entrambi i lati,  italiano e straniero, nei prezzi di trasferimento. A parlare del trasferimento della tecnologia, argomento molto complesso, ci ha pensato Domenico Busetto facendo esempi specifici.
L’opportunità dagli accordi doganali è stato il tema trattato da Massimo Fabio, argomento poco esplorato che però presenta opportunità competitive per l’impresa italiana che esporta, mentre  Guido Doneddu ha chiarito i rischi fiscali dell’internazionalizzazione e gli strumenti per la loro limitazione come "Interpello" e "Ruling".
Non si esportano solo prodotti ma anche buone pratiche e regole. La difesa della reputazione per la crescita del valore aziendale, secondo Piermario Barzaghi, specialista di governance, è dunque altrettanto importante  e i nuovi strumenti, come il “rating di legalità”, sono di  sicuro interesse per chi governa l’azienda.
Ermanno Werthhammer, presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti di Busto Arsizio, sono state affidate le conclusioni.  Werthhammer ha ricordato il ruolo sociale del mondo professionale e sottolineato l’importanza del sistema Italia, un supporto e non un impedimento allo sviluppo dell’impresa negli altri mercati. 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 08 Ottobre 2013
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.