La stazione nord compie 18 anni “ma ne dimostra molti di più”

Un gruppo di pendolari denuncia la situazione in cui versa la “giovane” stazione di Busto Arsizio Nord. Problemi che non sarebbe difficile superare per una struttura inaugurata nel 1996

Era il 1 luglio 1996 il giorno in cui, dopo un lungo periodo di chiusura, la linea Nord riapriva i battenti a Busto Arsizio. C’erano voluti anni per interrare e raddoppiare il tratto ferroviario e l’inaugurazione della nuova -bellissima- stazione rappresentava un momento fondamentale dello sviluppo dell’intera area. E così, anche se tra pochi mesi la stazione diventerà maggiorenne, a guardare come si presenta oggi non dimostra certo 18 anni. 
Alcuni pendolari che passano tutti i giorni da quello scalo ferroviario se ne sono accorti e hanno raccolto in una galleria fotografica alcuni dei problemi che affliggono la stazione: infiltrazioni d’acqua, attrezzature vandalizzate, manutenzione carente. Certo è che la situazione di altre stazioni è ben peggiore, ma considerando la giovane età di quella bustocca "basterebbe proprio poco per riportarla agli antichi fasti", commentano.
E anche se per la stazione non sono in vista lavori, qualcosa potrebbe cambiare per la zona circostante. Se saranno rispettate le indicazioni contenute nel documento programmatico della nuova giunta Farioli, entro fine anno si saprà quale sarà il destino dell’area oggi immersa in un imbarazzante degrado.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 gennaio 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore