E’ pronta l’invasione dei mille spazzacamini

Provengono da ogni angolo del pianeta (persino da Giappone e Stati Uniti!) e sono attesi dal 5 settembre a Santa Maria Maggiore, in Valle Vigezzo, patria di questo mestiere


Si terrà dal 5 all’8 settembre il 33mo raduno internazionale dello spazzacamino, organizzato dall’Associazione nazionale spazzacamini con la collaborazione del comune e della Pro Loco di Santa Maria Maggiore, una delle più conosciute manifestazioni piemontesi, un vero tributo alla Valle Vigezzo, culla del mestiere dello spazzacamino.
Dal IV secolo in avanti, generazioni di emigranti spazzacamini vennero a formarsi sui sentieri che portavano verso Francia, Germania, Austria ed Olanda, tanto che nella cartine geografiche delle Alpi nel 1548 la Valle Vigezzo venne denominata come “Valle degli Spazzacamini”.Ai grandi sacrifici degli emigranti seguì, nel 1800 lo sfruttamento dei bambini, che proseguì fino al 1930.
Quest’anno sono attesi circa mille spazzacamini, dagli Appennini alle Alpi, da Svizzera, Germania, Austria, Francia, Belgio, Olanda, Danimarca, Svezia, Norvegia, Finlandia, Lituania, Lettonia, Estonia, Romania, Inghilterra, Scozia, Usa e Giappone. Un’incredibile “invasione nera” che si ripete da anni e che richiama ormai migliaia di visitatori.

La manifestazione inizierà venerdì 5 settembre: alle ore 17 gli “uomini neri”, allietati da musica e canti, saranno accolti dall’Associazione presso il celebre Museo dello Spazzacamino (unico in Italia) e si prepareranno per gli appuntamenti dei giorni seguenti.
Dalle 21 una grande “notte nera” a cura dell’associazione commercianti di Santa Maria Maggiore “Arti&Mercanti”: musica, degustazioni, negozi aperti, concerti, eventi dalle ore 21 fino a tarda sera.
Sabato 6 settembre gli spazzacamini si trasferiranno a Re, famosa località vigezzina celebre per il maestoso Santuario della Madonna del Sangue, dove alle ore 11 – dopo una breve sfilata per le vie del paese – sarà celebrata una Messa Solenne a ricordo degli spazzacamini. Per l’occasione verrà allestita, sulla piazza del Santuario, una mostra fotografica dedicata alle passate edizioni dei Raduni. La giornata terminerà con una serata a sorpresa, organizzata dalla Pro Loco di Santa Maria Maggiore nel Parco di Villa Antonia, accanto al Museo dello Spazzacamino.
Domenica 7 settembre a Santa Maria Maggiore si terrà l’evento clou dell’intera manifestazione: la scenografica sfilata dei 1000 spazzacamini con i loro attrezzi da lavoro, accompagnati dal Gruppo Folkloristico Valle Vigezzo e dalle note di numerose Bande Musicali. Le varie delegazioni sfileranno per le vie di Santa Maria Maggiore, passando nella suggestiva piazza Risorgimento, dove saranno presentate al numerosissimo pubblico, e, dopo un ultimo giro nel centro storico, termineranno la sfilata in Piazza Gennari.

Successivamente avrà luogo la rievocazione storica della pulitura dei camini con l’utilizzo degli attrezzi che lo spazzacamino usava nei tempi passati: la raspa, una spatola di ferro col manico ad uncino da appendere alla cintura dei pantaloni, il riccio, insieme di lamelle a raggiera ricavate dalle molle di sveglie e orologi da campanile, la squareta, bastone allungabile alla cui sommità si agganciava il riccio, il brischetin, lo scopino, una lunga fune, dei pesi, il sach, sacco per riporvi la fuliggine.
I tetti delle abitazioni di piazza Risorgimento e piazza Gennari saranno presi d’assalto dagli spazzacamini che, con i vecchi attrezzi, rievocheranno i Rüsca di un tempo nel lavoro di pulitura del camino e nell’aria riecheggerà il Taròm, il gergo dello spazzacamino.
Un appuntamento davvero unico, che ogni anno emoziona, diverte e fa riflettere grandi e piccini.
Nel pomeriggio teatro dei festeggiamenti sarà ancora una volta il Parco di Villa Antonia a Santa Maria Maggiore, sede del museo. Qui avrà luogo il concerto dell’orchestra dei Giovani Musicisti Ossolani, seguito da un momento dedicato agli spazzacamini partecipanti, con premiazioni, interviste e testimonianze coinvolgenti.

Lunedì 8 settembre gli spazzacamini si trasferiranno sul Lago Maggiore, grazie ad un tour attraverso i meravigliosi borghi che si affacciano sulle rive piemontesi del lago: da Pallanza, Intra a Ghiffa, Cannero, annunciata dai “Castelli” che emergono dall’acqua e costituiscono uno degli scorci più pittoreschi del lago, per continuare poi sino a Cannobio, valicando il confine italo-svizzero per giungere ad Ascona dove è prevista la cena sul lungolago. La giornata di lunedì costituisce fondamentalmente un’importante operazione turistica tendente a far conoscere le bellezze naturali del territorio circostante agli spazzacamini ospiti – italiani e stranieri – sempre affascinati dalle località di questo spicchio di Piemonte, incastonato tra laghi e monti, tra Italia e Svizzera.

Per ulteriori informazioni sull’evento www.santamariamaggiore.info e per aggiornamenti https://www.facebook.com/santamariamaggiorepiemonte

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 agosto 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore