Trasportatori, rientra lo sciopero

Dopo una mattinata turbolenta di proteste le rassicurazioni del committente: “Gli sitpendi arriveranno”

sda presidio

«Forse lo sciopero è servito a qualcosa». Commenta così uno dei circa sessanta addetti alla consegna di pacchi e corrispondenza assunti da una cooperativa che fornisce il servizio alla Sda di Gazzada Schianno: alle 14.40 di oggi, 10 novembre, i lavoratori erano tornati alla base logistica e stavano già eseguendo le prime consegne: pacchi, buste, trasporti urgenti, tutto ciò che un vettore recapita quotidianamente.
L’oggetto del contendere, come spiegato in mattinata a Varesenews nel corso di un presidio, era la mancata retribuzione di due mensilità oltre alle condizioni di lavoro lamentate dai trasportatori che la scorsa settimana si sono rivolti alla Filt Cgil, la categoria sindacale che si occupa di trasporti e logistica. Così Pietro De Carlo, sindacalista della Filt spiega la questione: «Vi è stato un avvicendamento nell’appalto e i lavoratori non sono più assunti dalla cooperativa originaria bensì da altre tre, due di Roma e una di Bologna. Oggi a partire dalle 14.30 i lavoratori sono tornati al lavoro perché hanno ricevuto la rassicurazione dell’azienda committente, vale a dire Sda, che ha garantito direttamente, o attraverso le nuove cooperative, l’erogazione degli stipendi arretrati».
«L’obiettivo è di produrre un accordo nuovo sotto al supervisione del committente – spiega Saverio Innocenzio segretario della Filt Cisl di Varese – . Chiediamo un tavolo dove far sedere le cooperative ed Sda dove vengano garantite la parti generali del contratto».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 10 Novembre 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.