La Nato in piazza per San Magno

Il Comando di Solbiate Olona protagonista in piazza nel giorno del santo patrono legnanese con un punto informativo e il mitico Lince

autoblindo lince guerra

Ieri 8 novembre, anche il Comando NATO di Reazione Rapida della NATO in Italia (NRDC-ITA), era presente alle celebrazioni in onore di San Magno, patrono della città di Legnano. I militari della caserma “Ugo Mara” di Solbiate Olona hanno allestito un punto informazioni proprio nella centrale piazza della basilica dedicata al Santo patrono, presentando alla cittadinanza alcuni mezzi in dotazione.

Grande interesse, soprattutto per i più piccoli, ha destato il veicolo di ultima generazione “Lince”. Questo mezzo ruotato, recente protagonista delle operazioni militari fuori dal territorio nazionale rappresenta in termini di solidità, protezione per l’equipaggio a bordo e mobilità sui terreni, quanto di più avanzato esista in campo militare.

NRDC-ITA è un Comando multinazionale al quale l’Italia fornisce il 70% del personale, mentre il rimanente proviene da altre 11 nazioni alleate. Il Comando è disponibile per interventi in aree di crisi in base a quanto stabilito dal Consiglio Nord Atlantico. «L’ambiente multinazionale è il fattore chiave che permette di operare con successo, – ha dichiarato il Generale di brigata Luca Fontana, a capo della divisione supporti del Comando – e nell’attuale contesto geopolitico internazionale il valore aggiunto che i militari delle 12 nazioni della Mara forniscono nel pianificare un’operazione militare, è quello di porre in sistema tutte le implicazioni derivanti dal coinvolgimento di diversi attori, non solo militari».

Il Generale di corpo d’armata Riccardo Marchiò, Comandante del NRDC-ITA, ha inoltre presenziato all’inaugurazione del nuovo anno accademico all’Università del Sacro cuore di Milano. Le relazioni con il mondo universitario rientrano fra le numerose collaborazioni che il Comando intrattiene con le istituzioni civili, nell’ottica del cosiddetto “approccio olistico” alle operazioni militari che prende in considerazione i comportamenti di attori non solo militari, ma anche civili, religiosi, politici o legati al mondo della cultura.

E’ poi interessante fare presente che presso la caserma “Ugo Mara”, nei giorni scorsi è iniziato il corso NATO di pianificazione operativa. Il corso, della durata di due settimane, viene svolto dal Mobile Training Team della Scuola NATO di Oberammergau (Germania) e rappresenta una delle migliori offerte formative dell’Alleanza. Scopo del corso è quello di addestrare i circa 100 frequentatori internazionali e interforze a condurre la pianificazione delle operazioni militari.

di
Pubblicato il 09 novembre 2015
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore