Alluvione del 2014, Roma sblocca i risarcimenti

Le acque del Sorgiorile provocarono danni nella zona di Cascinetta

sorgiorile gallarate

A distanza di quasi due anni, si apre uno spiraglio per i cittadini e le aziende gallaratesi colpite dall’alluvione nel novembre del 2014., che toccò soprattutto la zona di Cascinetta e Crenna bassa (via del Lavoro e via Confalonieri).

Il governo centrale ha infatti stanziato un contributo per la Lombardia di 13,5 milioni di euro da destinare ai privati «relativamente agli eventi calamitosi verificatosi sul territorio regionale negli ultimi due anni», come si legge nella comunicazione recapitata ai sindaci dei Comuni coinvolti.

Per quanto riguarda Gallarate, la bella notizia riguarda residenti e imprenditori (tutti nella zona di via del Lavoro) colpiti dalla esondazione dei Sorgiorile il 15 e il 16 novembre di due anni fa. Dopo una prima bocciatura della richiesta di risarcimenti, inizialmente riservati alle amministrazioni comunale sotto i 20mila abitanti, arriva ora la notizia della concessione dei fondi senza più un tetto costituito dal numero di residenti.

Si tratta di risarcimenti che potrebbero oscillare tra il 50 e l’80 per cento del danno subito. Il “conto della spesa” per i Due Galli presentato a suo tempo era di 156mila euro per i privati (residenti e aziende) e di 50mila euro per gli edifici e le infrastrutture pubbliche.
Gli interessati potranno rivolgersi agli uffici competenti dove saranno assistiti in tutto, anche nella compilazione del modulo. Al comando della polizia locale di via Ferraris 5, da lunedì 19 per tutta la settimana dalle 8 alle 13 e dalle 14 alle 18, un funzionario sarà straordinariamente a disposizione dei gallaratesi colpiti dalla alluvione. Verrà offerta la possibilità di essere ricevuti anche in pausa pranzo, previo appuntamento telefonico (0331-285922). Sarà inoltre possibile rivolgersi all’ufficio tramite mail all’indirizzo lauracomerio@comune.gallarate.va.it.
La comunicazione sarà consegnata agli interessati tra domani (venerdì16) e domenica anche con lettera recapitata a mano dal personale comunale, in mudo che tutti i cittadini coinvolti sappiano dell’opportunità di vedere risarciti una parte dei danni subiti.
La data di scadenza per la presentazione in Comune della modulistica necessaria è il 28 settembre.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 settembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore