Ramella non cerca scuse: «Non abbiamo giocato bene, giusta sconfitta»

Soddisfatto della vittoria il "varesino" Dionisi. Pochi i biancorossi che meritano il "sei". Che pasticcio Consol e Luoni

Varese - Folgore Caratese 1-0

Al termine della sconfitta 3-0 contro il Borgosesia, mister Ernestino Ramella non cerca alibi: «Nel riscaldamento avevo già notato che loro erano agili e veloci, ho chiesto alla squadra di andare più veloci, invece hanno corso più di noi. Non esiste subire tre espulsioni in quattro partite. In dieci abbiamo tentato di fare un paio di contropiede, senza però riuscire a creare. Alla fine, quando siamo passati a tre in difesa, ci hanno infilato due volte. Questi ragazzi arrivano da cinque vittorie consecutive, la gente non li ha criticati e sono contento. Questo campionato è difficilissimo, non mi sono esaltato dopo i successi, non mi abbatto ora. In Coppa Italia faremo giocare chi ha visto meno il campo, perché il campionato è il nostro obiettivo principale. Oggi è mancata la pressione degli attaccanti sui loro centrocampisti. A noi mancano giocatori veloci, per questo deve correre forte la palla. Non abbiamo creato niente per fare punizioni o corner per sfruttare i loro punti deboli. Alla fine è giusto così. Giovio è la nostra croce e la nostra delizia: quando è in giornata fa la differenza, altrimenti soffre».

Decisamente soddisfatto il tecnico del Borgosesia Alessio Dionisi che aveva motivi extra per fare bene: «Sicuramente è un’emozione entrare in un campo in cui ho giocato per due anni, poi vivo qua e sono contento. Sono felice anche per i tre punti, che credo siano strameritati. Mi aspettavo questo Varese, nella ripresa ovviamente l’inferiorità numerica ha influito. Sarebbe stato un peccato per noi finire il primo tempo 0-0. Oggi abbiamo giocato a calcio. Non possiamo permetterci di fare barricate. Per vincere dovevamo fare anche il secondo gol e anche i miei cambi sono stati fatti sotto quell’ottica. C’è stata tanta voglia di andare a prendere la palla e giocarla in attacco».

LE PAGELLE:

CONSOL 5: L’errore che porta al rigore è anche colpa sua.
TALARICO 5: Spinge poco e maluccio. Soffre tanto Tomaselli: demerito suo o merito dell’avversario?
LUONI 4,5: Il suo errore vale la sconfitta
FERRI 6: Sempre a testa alta. Quando il Varese è in difficoltà prova anche a fare l’attaccante
GRANZOTTO 5,5: Subisce la giornata negativa della squadra e fatica a farsi vedere
BOTTONE 5,5: Esce per infortunio, ma nel primo tempo manca di verve e personalità e il gioco ne ha risentito
Calzi 5,5: Dovrebbe dare geometri alla squadra ma non riesce e nel finale si innervosisce
ZAZZI 5,5: Qualche bella giocata, ma poca sostanza.
ROLANDO 5: Non è in forma e si vede. Poche palle giocabili e nessuno spunto interessante
Piraccini 5,5: Non riesce a dare lo sprint sperato
GIOVIO 5: Non si illumina mai e la squadra ne risente
Viscomi 6: Si fa valere di testa e in difesa, ma non può nulla nel finale negativo
BECCHIO 5,5: Come al solito corre tanto, ma oggi non lo fa in maniera positiva
SCAPINI 5,5: Tanta lotta e corsa ma poche palle gol

di francesco.mazzoleni@varesenews.it
Pubblicato il 24 settembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore