E’ arrivato il freddo: “Potete accendere i riscaldamenti”

L'amministrazione ha dato il via libera alla deroga per l'accensione dei caloriferi anche prima del 15 ottobre. Ecco con quali modalità

riscaldamento

Via libera all’accensione dei termosifoni in tutta la città. L’amministrazione ha infatti diffuso una nota che autorizza l’accensione degli impianti di riscaldamento anche prima del limite di legge del 15 ottobre.

Ci sono però alcune limitazioni: non è possibile superare le sette ore giornaliere di attivazione e il riscaldamento deve essere acceso solo tra tra le 5 del mattino e le 23 di ciascun giorno.

In base alle leggi regionali l’esercizio degli impianti termici per la climatizzazione invernale a Busto Arsizio è consentito nel rispetto dei limiti di ore 14 giornaliere dal 15 ottobre al 15 aprile ma al di fuori di tali periodi possono essere attivati solo in presenza di situazioni climatiche che ne giustifichino l’esercizio e, comunque, per una durata giornaliera non superiore alla metà di quella consentita in via ordinaria. La durata giornaliera di attivazione degli impianti rimane sempre e comunque compresa tra le ore 5 e le ore 23 di ciascun giorno.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 11 Ottobre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.